Magazine Cultura

La sardegna che non visitereste mai

Creato il 20 agosto 2014 da Missmaccabei

nuraghebeachQuest’anno sono stata nel Sulcis, Sardegna e ho scoperto un luogo diverso: una terra ruvida e nascosta, selvaggia e poco frequentata. Boschi e campi, pecore e cavalli, luce fortissima.
Tratalias, Santadi, San Pietro, Sant’Antioco, Teulada e le basi militari, Iglesias con il bar dei cacciatori, la birra Ichnusa, il filu ‘e ferru’, Nebida e il vento.

Al rientro ho letto “NuraGhe Beach – La Sardegna che non visitereste mai” di Flavio Soriga, una non-guida che racconta proprio di quella Sardegna che non ti aspetti: campagna, quella campidanese, i silenzi delle chiese, il mare di Chia, il vino Carignano del Sulcis. Uomini, pochi. Storie, moltissime.
Un “angolo di fine del mondo” dove andare.

«Se uno volesse capire – spiega Soriga – cos’è la Sardegna oggi, aldilà dell’estate e delle vacanze organizzate, dei cori a tenore e dei nuraghe, delle fiabe e delle leggende, che cos’è la vita normale per la stragrande maggioranza di chi abita permanentemente nell’isola del Mediterraneo chiamata Sardegna, se uno volesse capirlo davvero, dovrebbe prendere la macchina e guidare da Cagliari, viale Marconi a Quartu Sant’Elena, poi tornare indietro passando per Quartucciu, Selargius, Monserrato, Pirri. Un simile giro in automobile, nell’enorme, sterminata periferia cagliaritana, con il tipico continuo alternarsi di casette ingrandite e palazzetti non finiti, centri commerciali, orti abbandonati, capannoni malandati e scintillanti villette a schiera, multisala e parcheggi, centri storici campidanesi e palazzi di edilizia popolare, un simile giro in auto sarebbe il modo migliore per capire questa terra, il regno di Marco Carta, dove «Amici» è la Bibbia, la De Filippi è la madre nostra che dà senso al giorno che arriva, dove Dimensione Danza non è una marca, ma una scelta di vita».

Il Sulcis è bellissimo, ho dormito in posti speciali: Is Concais a Tratalias e il B&B Nuraximannu a Santadi e ho mangiato dove il cibo ha valore: La grotta del Tesoro sempre a Santadi e Da Silvana appena prima di Sant’Antioco.
Il vino, il formaggio, le seadas e i malloreddus alla campidanese hanno accompagnato un mare da ricordare, insieme al vento, ai colori, alle miniere e ai falchi della regina.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Regina di Carnac.

    I Monologhi di Sana – Rubrica Felice Beltane a tutt* voi! Possano i vostri cuori risplendere sotto i fuochi di mezzanotte. Non tutto quel che è oro brilla né gl... Leggere il seguito

    Da  Philomela997
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, LIBRI, STORIA E FILOSOFIA
  • La zanzara canterina

    zanzara canterina

    Pubblicità Questo spazio permette al sito di continuare ad offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti! La fiaba Sabato 26 Luglio 2014 09:49 Scritto da... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • La filastrocca della Befana

    filastrocca della Befana

    Pubblicità Questo spazio permette al sito di continuare ad offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti! La fiaba Lunedì 01 Dicembre 2014 10:55 Scritto... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • La nostalgia

    nostalgia

    Ascoltando certi brani degli anni ’60 mi viene la nostalgia di mio fratello maggiore che ci ha lasciati prematuramente l’anno scorso. Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI
  • La peste - Albert Camus

    I Contenuti Orano è colpita da un'epidemia inesorabile e tremenda. Isolata con un cordone sanitario dal resto del mondo, affamata, incapace di fermare la... Leggere il seguito

    Da  Kelanth
    CULTURA, LIBRI
  • La nuova Miss Marvel

    nuova Miss Marvel

    Lo scorso 5 febbraio in America ha visto la luce l'ennesima versione di Miss Marvel, stavolta però la nuova eroina ha qualcosa in più dei soliti occhi... Leggere il seguito

    Da  Paradisiartificiali
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • La leggerezza

    leggerezza

    Sfuggire al peso di una gravità che rende la vita soffocante, spigolosa, priva di fantasia. Un'impresa non da poco se allo stesso tempo si cerca di non essere... Leggere il seguito

    Da  Luz1971
    CULTURA, LIBRI

Magazines