Magazine Cultura

La scacchiera vuota

Creato il 06 gennaio 2014 da Enricobo2
La scacchiera sta lì appoggiata di costa sul cassettone. I pezzi ammonticchiati alla rinfusa nella scatola. Non credo che sarà più usata per molto tempo. Lui era l'unico con cui giocavo a scacchi. Gli piaceva molto disporre i pezzi con cura sulle caselle, partiva sempre coi neri. Appoggiava la testa alla mano come per pensare meglio e ragionava a lungo prima di muovere, con tanti ripensamenti, dispiacendosi di avere fatto una mossa avventata subito dopo avere mosso il pezzo. Quando la partita era compromessa, scrollava la testa dicendo: -Devo proprio imparare a giocare.- Quando vinceva, era tutto contento e cercava di consolarmi se ero stizzito per qualche errore di troppo, con un: - Dai lascia vincere anche me qualche volta!- Poi andava ad accendersi il computer per mandare qualche lettera a qualcuno o scannerizzare una foto, mandare gli auguri per Santa Barbara, fare l'elenco delle medicine per l'IRPEF, anche se aveva quasi 97 anni. Orgoglioso del traguardo raggiunto, triste per non potere più fare tante cose che avrebbe voluto fare, alzando gli occhi al cielo, scrollando un po' la testa e ripetendo tra sé e sé: - Povero Giuseppino -. Mi mancheranno il piglio deciso del Generale; i suoi racconti di guerra, l'Africa; il colpo di granata che gli portò via il sacco di sabbia da sotto il braccio mentre era addormentato dopo tre giorni di fuoco inglese; la prigionia ad Amarillo coi quadri dipinti sulla tela dei sacchi di farina. Il mio ritratto non è riuscito a finirlo, sta ancora lì abbozzato sul cavalletto nella sua camera; non gli venivano bene gli occhi, mi ha detto.  Neanche questa mattina ho sentito il cigolio della sedia a cui si teneva per venire a fare colazione, con la porta che si apriva e la sua voce ormai un po' indebolita che diceva: - Comincia una nuova giornata -. Se ne è andato così, il giorno della Befana, con una giornata di sole per fortuna, lui che non amava il freddo e la neve. Era l'ultimo dei nostri quattro anziani, mio suocero. Il prossimo sarò io. Mi mancherai Giuseppino. 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La vergogna

    Accidenti, sono solo in terra straniera, in preda ai barbari. L'altra sera ero isolato in mezzo ad una tribù di Galli assatanati che gioivano della nostra... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • La Citè è morta, viva la Citè!

    Citè morta, viva Citè!

    La Citè Firenze La città che è morta (o che sta morendo) è ovviamente Firenze, quella che chiude, nei fatti, purtroppo è La Citè di Borgo San Frediano. Leggere il seguito

    Da  Wfirenze
    CULTURA, EVENTI, VIAGGI
  • La saggezza dei polipi.

    saggezza polipi.

    Chi la dura la perde. Alea iacta fuit. I negri hanno il plasma nel sangue. Di sera bel tempo si supera. Taci il nemico ti intercetta. Tanto va la gatta a... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • Zazie – la settimana dell’Alfieri

    Zazie settimana dell’Alfieri

    Zazie – Inaugurazione Bistrò Alfieri Zazie – Il brunch domenicale all’Alfieri. Domenica 2 febbraio 2014 BrunchMatinée* dalle 12 alle 16 con proiezioni surprise... Leggere il seguito

    Da  Wfirenze
    CULTURA, EVENTI, VIAGGI
  • La famiglia Cuong

    famiglia Cuong

    Il dormitorio Il paese di VanIl signor Cuong ha la faccia serena di chi pensa che le cose andranno sempre meglio.Pensa di aver trovato la strada giusta insomma. Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • La mattina al parco

    mattina parco

    La notte passa in fretta, soprattutto perché se dormi secco non te ne accorgi. La sera, popolata di giovani in movimento convulso, di ristorantini pieni, di... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • La tartaruga.

    La tartaruga anela all’infinito. Da quasi venticinque anni se ne sta dentro una bacinellona azzurra di plastica, alternando momenti di torpore a fasi di... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI

Dossier Paperblog

Magazines