Magazine Cultura

La Tiroide e l'immortalità dell'anima

Creato il 21 marzo 2014 da Luigiderosa @Luigi2006
Tiroide
La Tiroide e l'immortalità dell'anima
di Marco Parlato
Gorilla Sapiens Edizioni
127p. € 11,00
isbn 9788890719790
Ho letto con molto piacere questo romanzo di Marco Parlato, giovane scrittore mio conterraneo e devo confessarvi che il suo scritto mi ha piacevolmente sorpreso.
Il protagonista della storia è Stefano uno studente fuorisede che ha lasciato la Penisola Sorrentina per proseguire i suoi studi presso La Sapienza a Roma.
Il ragazzo è alle prese con gli esami universitari e soprattutto con la sua tiroide che lo tormenta
nonostante la tenga a freno con il Tapazole, già perché il poverino è affetto dalla sindrome
di Hashimoto ( vi risparmio bla bla scientifici, del resto c'è Wikipedia per i pignoli). La sua storia s'intreccia con quella ben più precaria e disgraziata di un migrante nigeriano, Oluwafemi, di cui per puro caso troverà il diario sgrammaticato che farà la fortuna di entrambi. In che modo? Che cosa hanno in comune un nigeriano e un ragazzo che è nato e vissuto a Meta? Beh questo lo potrete scoprire  leggendo questo divertente romanzo di avventure urbane e non, mi guardo bene dal fare spoiler.
Vorrei infine aggiungere che il racconto  mi ha subito fatto pensare ad una satira ben scritta sulla piccola borghesia di paese. Lo stile mi ha ricordato il primo Palahniuk, "Portland souvenir" per intenderci, ma vi ho trovato anche un po della colta ironia di quel geniaccio di Achille Campanile, quel suo modo sempre garbato di farsi beffe delle nostre ottuse convinzioni come nel racconto "Gli asparagi e l'immortalità dell'anima", così anche Marco Parlato s'è inventato questo Stefano malato di tiroidismo per mettere a nudo tutto il male che affligge la nostra società fatta di borghesi piccoli piccoli.
di Luigi De Rosa
il testo è disponibile in libreria.
P.S. Sconsiglio la lettura del testo a : presentatori di rassegne letterarie, emo dediti allo scrocco perpetuo, costruttori abusivi, avventori di Burger King, tuttologi, musicisti e cantanti di pub mai puntuali, liceali convinti che il rivedersi dopo la maturità con gli altri ex sia una gran figata , cazzari di varia natura. Potrebbero cominciare seriamente e chiedersi da dove vengono e soprattutto dove stanno andando?
Permettetemi un ultimo consiglio, linkate  www. thireos.wordpress.com su questo blog troverete   un racconto di Marco che s'intitola "il lettore impossibile" ci sono già in nuce stile e capacità narrativa di questo scrittore.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog