Magazine Cultura

La tolleranza

Da Maestrarosalba
La tolleranzaL'educazione inclusiva è un percorso stancante. Richiede pazienza, dedizione, ascolto, un alto livello empatico, concentrazione verso il compito educativo, autocontrollo e lucidità. Tenere alti questi livelli,  e tutti contemporaneamente, non è compito facile. Ma i  risultati sono straordinari.
Dall'attività didattica odierna:
Maestra (prendendo spunto dalle tematiche scelte per l'incontro di Natale con le famiglie): "Perché sapete è proprio necessario essere tolleranti, verso se stessi e verso gli altri..."
Dopo dieci minuti di conversazione un alunno: "Maestra ma cosa è la tolleranza?"
"Sono contenta tu l'abbia chiesto prima della fine della discussione, altrimenti saremmo arrivati a Natale senza averlo mai chiarito". Rispondo aggiungendo la nota ironica.
"La tolleranza è la capacità di concepire, a volte anche di farci piacere e di apprezzare,  ciò che è diverso da noi. Si può essere diversi da noi per il corpo, le idee, le abitudini, ecco è la tolleranza che ci spinge a  comprendere che quella diversità è naturale, anche quando ci infastidisce. Voglio aiutarti con un esempio. Ti sei mai sentito intollerante nei confronti di un compagno, ti ha mai dato fastidio un suo comportamento anche se non era diretto a te?"
"Sì, una volta all'inizio dell'anno un compagno, che è anche mio amico, ha detto alla nuova compagna arrivata a settembre, che era testarda, lei si è offesa e ha cacciato un urlo fortissimo che ci ha squarciato le orecchie"
"Cosa ti ha dato fastidio di quell'episodio?"
"Il suo urlo, non doveva reagire così"
"Hai riflettuto sul perché ha urlato così, ci hai pensato?"
"Non so"
"Pensa a ciò che mi hai detto, prima che urlasse le è stato detto qualcosa"
"Ah si che era testarda"
"A te sarebbe piaciuto?"
"No, se uno mi dice che sono testardo mi dà molto fastidio"
"Quindi la sua reazione benché sbagliata era comprensibile?
"Sì a pensarci bene lo era"
"Perché allora hai dato ragione al tuo compagno?"
Mormorio della classe...
"Potrebbe essere perché lui lo conosci da anni, lei da qualche giorno, lui è tuo amico e lei no..."
Gli si illuminano gli occhi. Annuisce.
"E' evidente che tendiamo a difendere le persone del nostro gruppo, ciò è normale: tolleriamo di più i comportamenti di chi appartiene alla cerchia degli amici, alla famiglia, alla classe e meno chi invece ne sta fuori, non pensi?"
"Si è vero a pensarci bene è così"
"Allora voglio ora invitarti a vedere un'altra prospettiva: pensa se tu fossi quello arrivato in una classe come questa, dove vi conoscete da tempo e anche se non potete dire di essere amici di tutti, avete dei buoni rapporti. Immagina di aver lasciato i tuoi vecchi compagni, di avere nuovi insegnanti, nuovi compagni, che sono gentili ma non pui definire il tuo gruppo, chi sarebbe in una situazione di svantaggio: tu che sei appena arrivato o il gruppo?"
"Sarei io in svantaggio, perché avrei appena perso tutto ciò che avevo: amici, maestri..."
"Quindi se ti domando chi si è trovato più in difficoltà all'inizio dell'anno, tra il gruppo e la nuova compagna, cosa mi rispondi"
"Che era lei più in difficoltà, perchè doveva ricominciare tutto"
"Ecco vedi, la tolleranza è anche capire le difficoltà dell'altro, provare a pensare perchè ha agito in un modo, provare a immaginare se a volte ne siamo, anche involontariamente, la causa".
"Bene ora tutti in palestra." Boato di gioia.© Crescere Creativamente consulta i Credits o contatta l'autrice.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Brasile: costa la metà e vale il doppio!

    Brasile: costa metà vale doppio!

    Proprio oggi il valore dell'euro sul real brasiliano ha toccato il massimo storico: 1€ - 4,46 BRL (real brasiliano) . Un evento storico, destinato a rientrare... Leggere il seguito

    Da  Vim News
    FAMIGLIA, ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • La dinamica del temporaneo

    Dall’essere al divenire in Papa Francesco «Non pensare, guarda!» È la felice espressione di Ludwig Wittgenstein[1], filosofo, ingegnere e logico austriaco. Leggere il seguito

    Da  Salvatore Agueci
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • La repubblica dei go-regnanti, la teorizza…

    repubblica go-regnanti, teorizza…

    Franco Luceri. Chi ha una “fede” di qualunque razza, una certezza inossidabile, una convinzione inestirpabile come gramigna, temo sia “portatore sano” della... Leggere il seguito

    Da  Rosebudgiornalismo
    ATTUALITÀ, CULTURA, SOCIETÀ
  • Come Pulire la Vasca da Bagno

    Come Pulire Vasca Bagno

    La pulizia della casa è, per molte persone, uno dei lavori domestici più noiosi. Spazzare, lucidare, eliminare la polvere sono nella maggior parte dei casi... Leggere il seguito

    Da  Nikirocco
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • La vera ricchezza è la povertà

    Chiesa povera per i poveri La ricchezza è l’insieme dei beni, mobili e immobili, materiali e immateriali, che un soggetto o più soggetti o persona giuridica... Leggere il seguito

    Da  Salvatore Agueci
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • La langue

    langue

    Lezioni condivise 100 – Polemiche linguistiche Quando siamo nati in pochi anni abbiamo imparato una lingua, i più fortunati due o anche più, ed è stato un... Leggere il seguito

    Da  Indian
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La sofferenza e la colpa

    sofferenza colpa

    Gli assassini dei bambini di Gaza (4 di 15)- Un'operazione "piombo fuso" per cuori sensibili - di Robert Kurz SINTESINella sua analisi critica dell'ideologia,... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    CULTURA, OPINIONI, SOCIETÀ