Magazine Maternità

La torre degli asinelli

Da Ideamamma

LA TORRE DEGLI ASINELLIIeri è stato un venerdì speciale per Simone perché ha preso il treno ed è andato a Bologna in gita con… i nonni! In realtà è una gita che era prevista per la settimana scorsa quando, in occasione della festa patronale di Lodi l’asilo era chiuso am siccome non è stato bene, è stata rimandata; ieri finalmente ha preso il suo zainetto in spalla e… via in stazione!

Per prima cosa siamo andati a prendere i nonni per poi andare in stazione; il treno partiva alle 10,15 e dopo avermi salutata dal finestrino… “Ciao mamma, a stasera!”. Quando alle 18,15 sono andata a prenderlo… quanto entusiasmo, quanta gioia e che sorriso… ha passato 2 ore a raccontare la bellissima giornata trascorsa nel centro di Bologna.
Per prima cosa ci ha descritto tutte le fermate dell’andata e quelle del ritorno perché non erano mica uguali! All’andata il treno era un intercity e quindi ha fatto solo 7 fermate mentre al ritorno il treno era un regionale e quindi si è fermato ben 13 volte: che entusiasmo nel vedere tutte queste stazioni diverse tra loro.

LA TORRE DEGLI ASINELLI
Altra cosa che l’ha entusiasmato sono stati i pullman; fuori dalla stazione hanno infatti preso un pullman, il numero 25, per arrivare fino alle Torri e la particolarità sta nel fatto che… era ROSSO! Non aveva mai visto un pullman rosso, suo colore preferito. E vogliamo parlare dei biglietti? Bellissimi, profilati d’oro. E’ proprio vero che i bambini si stupiscono con poco ma è proprio questo l’essenziale per loro!
Arrivati in piazza: che meraviglia le Torri! Simone sapeva già un pò di notizie perché essendo molto curioso mi aveva chiesto di fargli vedere sulla cartina e su una delle nostre guide alcune informazioni e fotografie inerenti a dove sarebbe andato e così… sapeva che le Torri erano 2: Torre Garisenda e Torre degli Asinelli alta 97 metri e al suo interno c’è una scala con 500 gradini che porta fino alla cima da dove si può ammirare la città dall’alto; purtroppo non ci è salito visto il freddo che faceva e poi… che fatica!

LA TORRE DEGLI ASINELLI

Finalmente ora di pranzo e quindi cosa meglio di… una pizza! Certo qualche piatto tipico sarebbe stato meglio. Nel primo pomeriggio altra passeggiata per le vie della città fino ad arrivare a piazza Maggiore dove c’è la fontana di Nettuno e così hanno potuto ammirare gli zampilli d’acqua che spruzzavano ovunque. Da qui altra camminatina fino alla stazione perché… si parte senza vedere qualche treno in transito? Con Simone è impossibile e quindi c’è stato tempo anche per ammirare qualche treno in transito e alcuni Frecciarossa: che belli! E’ stata poi l’ora della partenza e del rientro a casa dove li aspettavo alla stazione di Lodi per tornare a casa dove Simone ha trascorso 1 ora nel raccontarci tutto, nei minimi particolari e senza tralasciare nulla: gli è proprio piaciuta questa gita pensate che addirittura ha fatto un disegno riassuntivo della giornata e delle cose che più gli son piaciute dicendo anche che… “la prossima volta ci andiamo insieme!”


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines