Magazine Italiani nel Mondo

La Turchia e i pregiudizi degli italiani

Creato il 17 luglio 2013 da Istanbulavrupa

La Turchia e i pregiudizi degli italianiIl blog “Le persone e la dignità” – chissà perché – accoglie spesso e volentieri commenti ostili all’Akp:, a me interessano soprattutto le testimonianze manichee basate su di uno schema consolidato: Atatürk e laici = “buoni” vs.  Erdoğan e islamici = “cattivi” (i fatti sono ovviamente un optional).

Erdogan da quando ha preso il potere (oltre 10 anni fa) ha progressivamente indebolito tutte le forze laiche che possono ostacolare la restaurazione dell’islam come guida politica e sociale della Turchia. Ha cominciato con le forze armate (con il colpevole appoggio della inetta UE) arrestando centinaia di alti ufficiali e rimpiazzandoli con bravi musulmani, di fatto ha islamizzato il gendarme della laicita’ turca sin dai tempi di Ataturk. Haproseguito con l’apertura delle scuole coraniche (finanziate a mani basse dallo stato) a cui i giovani turchi possono accedere a 10 anni. E si badi bene che le scuole coraniche sono, in Turchia come nel resto del mondo, delle scuole di indottrinamento religioso/politico molto forte. La sua battaglia adesso e’ contro i media (che vengono multati, perquisiti, con i giornalisti arrestati in massa) e contro i medici anche questi arrestati a centinaia.

E’ vero che in Turchia per fortuna la componente laica e’ molto grande e forte e finora ha dimostrato molta piu’ correttezza di chi li governa (quasi nessun atto di vandalismo verso negozi, banche ed altro) ma i turchi sono persone molto determinate e che non dimenticano. La possibilita’ di una deriva violenta verso l’AKP e’ concreta e questa potrebbe innescare una spirale di violenza tra laici e islamisti. L’aspetto grave e’ che in definitiva in Turchia la contrapposizione non e’ tra destra e sinistra ma tra laici e islamisti, come nelle peggiori guerre civili.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :