Magazine Maternità

La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

Da Mammabook

Quattro anni fa, in questi giorni. Sono seduta al tavolo davanti a una birra di dimensioni tedesche e rido perché mio marito e suo fratello cantano squarciagola (e sono stonatissimi) e le canzoni tipiche bavaresi intonate dalla banda.
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)
Improvvisamente il direttore ‘d’orchestra’ scende dal palco, seguito da trombe e tromboni. Ce l’hanno con me, mi prendono e mi portano sul palco, dove mi fanno condurre la banda e continuano a chiacchierare al microfono mentre io non capisco niente ma ringrazio di essere già alla seconda birra e quindi, piuttosto allegra. Rido come una pazza – e d’altronde sembro una pazza, visto che c’è un’umidità pazzesca e i capelli mi si sono spontaneamente cotonati, e sono in una delle mie rare uscite con gli occhiali, rossi ovviamente. 
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)
Complice lo stato confusionale me la cavo alla grande, e mentre la mia futura famiglia adottiva si sbellica dalle risate finisco a reggere un enorme birrone in cartapesta e cantare… boh?!

La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

Nel caso finiscano le sedie, seguendo il cartello si possono trovare dei 'pezzi di legno in forma squadrata'


…Alla faccia del battesimo! Perché voi non lo sapete, ma io sono bavarese. (Ovviamente la pagliacciata non aveva niente a che fare con questo, ma io mi diverto a vederla così). No, non sto scherzando. Perché la Baviera si è scordata di abrogare le vecchie leggi di quando era uno stato più autonomo e così, da sposa, sono diventata bavarese. L’avevate mai conosciuta un’italiana bavarese? Mi piacerebbe tanto avere una certificazione…
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

Certo, che piacere tornare dopo quattro anni, ora che ho finito con gravidanze e latte, e posso finalmente godermi un’altra birra! Anche se ovviamente si va a casa presto, con i bambini che devono dormire, lasciando gli altri a far baldoria, ma non importa… le foto vengono meglio quando c’è ancora il sole!
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

Volete sapere com’è finita la storia? Ho scoperto dopo che il tizio in dialetto ha detto all’intero paese che magari avrei ‘sfornato degli eredi’, subito prima di chiedermi in inglese “ma tu tanto non capisci cosa dico, vero?” Ora ho capito perché ridevano tutti quando ho risposto “no”!
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

Fortuna che la partenza era prevista per l’indomani, e nei giorni seguenti è stata un’altra povera tizia che mi assomigliava ad essere fermata continuamente per strada… 
La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

La Wiesenfest e qualche grassa risata (29/52)

…vediamola così, ‘dirigere una banda bavarese’ nella mia to-do-list: fatto!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Bestia

    Bestia

    Ieri ho visto una bestia: tra le immondizie del mio cortile cercava cibo. Quando trovava qualcosa senza guardare nè odorare, la inghiottiva con voracità. Non er... Leggere il seguito

    Da  Nullaecomeappare
    POESIE, TALENTI
  • Oh la la...Ted Baker!

    la...Ted Baker!

    Bonjour,settimana scorsa ho ricevuto un regalo inaspettato e l'ho subito adorato. Indovinate cosa è... Potrebbe sembrare una pochette, ma in realtà è il mio... Leggere il seguito

    Da  Ivili
    DIARIO PERSONALE, LIFESTYLE, TALENTI
  • La svolta

    svolta

    Ha ragione Giovanna quando dice che a causa del mio magonare metto sempre in dubbio il nostro operato e autorizzo gli altri a giudicare. Stiamo girando l'angolo. Leggere il seguito

    Da  Contofinoa3
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La cattedra.

    cattedra.

    Domani tornerò in "cattedra".Passerò dall'altra parte, quella di chi parla e non di chi ascolta.Sarò io quella che sciorinerà argomenti e spiegazioni come se no... Leggere il seguito

    Da  Oliviabluebell
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • La chiocciola

    Oggi mi serve l’aiuto di tutte le amiche creative… Io sono una frana in lavoretti e simili. Mi sono improvvisamente ricordata che devo trasformare un settenne i... Leggere il seguito

    Da  Ant0n3l
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La musica e la fata

    musica fata

    17 giugno 2013 di Dino Licci Toulouse-Lautrec: Marcelle Lender danza il bolero in Chilperic Sono un patito della musica. Io vivo, studio e dormo accompagnato... Leggere il seguito

    Da  Cultura Salentina
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La ragazza con la valigia

    ragazza valigia

    Mi capita spesso di avere una gran voglia di partire. Non ho ben chairo quale possa essere la mia meta ,ma sento dentro di me il desiderio di andare in altri... Leggere il seguito

    Da  Nullaecomeappare
    POESIE, TALENTI

Magazines