Magazine Motori

Lavare la moto

Da Motociclistidatavola
Buongiorno.
Premesso che non sono un fanatico della pulizia della moto, anzi, però in questo post volevo parlarvi un po’ di questo.
Non ve ne parlo tanto da un punto di vista estetico quanto funzionale.
Ovvero, ecco i tre motivi per cui è importante tenere pulita la moto:
Uno, una moto pulita rende più facilmente visibili eventuali trafilaggi o perdite d’olio o altre difettosità nella tenuta delle guarnizioni, quindi ci permette una più puntuale manutenzione; in aggiunta alcuni degli agenti sporcanti rovinano la moto, in inverno le strade sono piene di sale e questo alla lunga può rovinare la moto, può corroderne parti; un capitolo a parte meritano i moscerini, facendo una brevissima ricerca sulla pulizia della moto ho appreso che i moscerini che si spiaccicano sulla nostra moto sono composti in parte di cheratina che alla lunga può essere abrasiva.
Quindi se volete tenere controllata la moto e se volete che sale e moscerini non ve la corrodano, ecco qualche dritta.
Ho già premesso che io non sono un fanatico della pulizia della moto, il 90 percento delle volte la pulisco con una lancia presso gli autolavaggi, però un paio di consigli ve li riporto. E’ il classico caso del “non fate come me”.
Anzitutto sarebbe necessario, prima di cominciare a lavare la moto, mettere un pezzo di nastro adesivo sulle serrature e avvolgere i blocchetti elettrici del manubrio con un pezzo di sacco di nylon, tipo un sacco del pattume.
Alcune dritte: lavate la moto da fredda e all’ombra, i prodotti funzioneranno bene e non ci saranno aloni.
La fasi del lavaggio saranno due: una prima di sgrassaggio e pulizia di cerchi e motore ed una seconda di pulizia della carrozzeria/carena.
Prendete un prodotto sgrassante, in genere non intaccano le superfici ma per maggiore sicurezza fate una prova. Spruzzatelo o spalmatelo o frizionatelo sul motore e sui cerchi, oltre che le parti di telaio.
Lasciate agire il prodotto e poi sciacquate con cura con la gomma dell’acqua, senza eccessive pressioni. A questo punto lavate le plastiche con uno shampoo per lavaggi auto/moto e risciacquate nuovamente il tutto.
Importantissima anche la parte di asciugatura. Se avete una moto di peso contenuto in primis potete inclinarla per far uscire l’acqua e poi con uno straccetto e con un compressore potete asciugarla con cura.
Come sgrassatore io consiglio lo Chanteclaire oppure il mitico WD40. Li uso anche per la visiera del casco, per eliminare i compianti cadaveri dei moscerini.
Ok, detto questo in genere cosa faccio io: lavaggio con lancia ad alta pressione stando però abbastanza lontano dalla moto in moto da non divellere nulla, asciugatura con pelle di daino oppure con panno in microfibra e un paio di allunghi in strada per finire di far uscire l’acqua.
Non fatelo, viene abbastanza male. Se avete tempo armatevi di secchiello e spugna e fate come detto sopra.
Lavare la moto
Ah, prima che mi scordi, occhio alla moto appena lavate, gomme e freni potrebbero avere comportamenti anomali

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines