Magazine Cultura

Le compilation di Post Scriptum #1

Creato il 06 luglio 2011 da Postscriptum

Le compilation di Post Scriptum #1

In questa nuova sezione chiamata “Le Compilation di Post Scriptum” il mio intento è quello di condividere con tutti i lettori un momento di tranquillità e di riflessione scandito da una selezione di dieci brani.
Spendete un minuto per ogni brano e avrete dieci minuti di relax accompagnato dalla musica di alcuni grandi artisti che sicuramente tutti voi conoscete (e se così non fosse sarò lieto di avervi fatto conoscere) e ad alcune curiosità riguardanti i pezzi proposti.

Come noterete subito non c’è un filo logico che lega i vari brani della selezione nè essi sono sistemati in una classifica di qualsivoglia genere ma c’è solo la voglia di condividere con voi un momento musicale.

E allora, bando alle ciance, ecco a voi la Prima Compilation di Post Scriptum


- Bruce Springsteen — Because The Night

La canzone, scritta a due mani dal Boss e da Patti Smith, è uno dei classici del rock formato stadio olimpico. Da cantare per tutta la notte perchè la notte appartiene agli amanti.

- Elvis Presley -- Burning Love

Nell'agosto del 1972 il Re porta al successo questo brano scritto da un conosciuto cantautore statunitense. Un grande successo per l'amore incandescente di Elvis The Pelvis in The Memphis.

-Eric Clapton -- I Shot The Sheriff
Grande cover fatta da un grande cantautore su un grande pezzo scritto e inciso, per la prima volta, dal Grande Bob Marley. Che altro dire? Gran canzone.

- Green Day -- Working Class Hero

Ancora una cover. Tributo di una band che ha ridisegnato i confini del punk (e non è roba da poco) su un testo scritto da Cantautore Inglese per eccellenza: Sir John Lennon.

-Jefferson Airplane - Somebody To Love

La voce insieme angelica e graffiante di Grace Slick per un pezzo simbolo delle lotte giovanili del '68. Tutti abbiamo bisogno di qualcuno da amare. Il concetto è stato poi reinterpretato dai Blues Brothers.

-Jeff Bridges- Hold On You

Chi l'ha detto che Dude de Il grande Lebowski non potesse anche cantare? Detto, Fatto. In Crazy Heart Jeff Bridges ci fa ascoltare la sua voce calda mentre dipana questo pezzo dolce e armonioso su stile country. Molto bello anche il film.

- John Lennon & The Plastic Ono Band -- Give Peace A Chance
Il tema della pace è sempre attuale purtoppo, perchè è attuale quello della guerra: John l'aveva capito che la Pace ha bisogno di una chance ma purtroppo sono in molti a non pensarla in questo modo.

- Kenny Rogers -- Just Dropped In
Un semisconosciuto cantante country pop americano incide un pezzo psichedelico e lisergico che finisce direttamente in un film dei Fratelli Coen. Indovinate quale?

- Kings Of Leon - Closer
Gli ex ragazzacci americani che si sforzano di far sopravvivere il rock nei propri album cedono alle lusinghe della ballata in questo splendido invito canoro ad avvicinarsi.

- Fabrizio Dè Andrè - Fiume Sand Creek
In questo pezzo poco conosciuto ai più il Faber Nazionale racconta una triste vicenda che ha coinvolto e ha straziato una comunità di pellerossa. Un pezzo di classe, ma perchè avevate dubbi?


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog