Magazine Cultura

Le fiabe di Andersen nella furia della guerra

Creato il 02 agosto 2011 da Paciampi

Le fiabe di Andersen nella furia della guerraCi sono molte cose che meritano di essere viste e meditate, al bellissimo museo che la città di Odense, in Danimarca, ha dedicato a Hans Christian Andersen, l'uomo che regalò al mondo la Sirenetta e il Brutto Anatroccolo, lui stesso nella sua vita brutto anatroccolo che con le fiabe si scoprì cigno.
L'altro giorno ero a Odense e al museo ci ho trascorso una mezza giornata senza alcun rimpianto, anzi.
Sono entrato in ciò che rimane della casa natale dello scrittore, ho seguito passo passo la sua vita, più disgraziata di quanto si possa in genere presumere, malgrado il successo e la ricchezza.
Per tutta la vita Andersen inseguì amori impossibili senza mai farsi una famiglia. Però riuscì a incantare i bambini di tutto il mondo, generazione dopo generazione. Non avendone di suoi, passava molto tempo con i figli dei suoi amici più cari, strampalata figura di "zio" che faceva sognare con le sue parole.
Però la cosa che più mi ha commosso l'ho scovata nella sala dove si conservano alcune delle edizioni più rare e particolari delle sue fiabe. Per dire, ce n'è una in lingua della Groenlandia e una degli anni del nazismo, dalla quale è stato scrupolosamente cancellato ogni riferimento a una famiglia ebrea.
Ma c'è un libro, soprattutto. Porta una data e un luogo: Leningrado, 1943.
Proprio così, è stato stampato durante l'assedio, uno dei più terribili della nostra storia. Quando i sovietici riuscirono a fermare l'avanzata dei tedeschi e a imprimere una svolta alla guerra. Mancava tutto, a Leningrado. C'era solo fame, con quei 125 grammi di una specie di pane che erano la razione giornaliera per ogni uomo e donna.
Mancava tutto, però trovarono il modo di stamparlo, quel libro.
E non erano i discorsi di Lenin. Erano le fiabe di Andersen.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Fiaba – Il grano saraceno di Hans Christian Andersen

    Fiaba grano saraceno Hans Christian Andersen

    Tra i vari scrittori di fiabe, e ce ne sono di davvero bravi, Hans Christian Andersen (1805 – 1875) devo confessare essere il mio preferito ed è per questo che... Leggere il seguito

    Da  Maclamente
    CULTURA, LIBRI, RACCONTI
  • le presidente

    presidente

    no, però scusate, ma chi potrebbe dare credito, nonostante il millantato "incredibile movimento in rete che sta cambiando il Paese", a una che dice "la... Leggere il seguito

    Da  Aa
    CULTURA, LIBRI
  • Angolotesti: L'abete di Hans Christian Andersen

    Angolotesti: L'abete Hans Christian Andersen

    Buonasera a tutti i nostri lettori,torna oggi Angolotesti, una selezione di testi letterari o poetici nella loro interezza con una breve... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, LIBRI
  • Angolotesti: "La diligenza a dodici posti" di Hans Christian Andersen

    Angolotesti: diligenza dodici posti" Hans Christian Andersen

    Buongiorno a tutti i nostri lettori,torna oggi Angolotesti, una selezione di testi letterari o poetici nella loro interezza con una breve contestualizzazione... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, LIBRI
  • Le Vent.

    Fra cap’e collo, su Ponte Mollobada, te s’arza la sottanasta ariva’ la tramontanaFra cap’e colloSu Ponte MolloTiettelo stretto er foularinoNon è mica er... Leggere il seguito

    Da  Vix
    CULTURA, MUSICA
  • Le iene

    iene

    Regia: Quentin TarantinoAnno: 1992Voto: 8/10Pagina di IMDBPagina di I Check Movies Sì, ormai è risaputo, su Tarantino devo ricredermi. Mi piace. Anche nella... Leggere il seguito

    Da  Vomitoergorum
    CINEMA, CULTURA
  • Le terra

    terra

    Senza immagine Dio vaga in paradisoma preferirebbe fumarsi un sigaroo mangiarsi le unghie, e così via.Dio è il proprietario del paradisoma agogna la terra, le... Leggere il seguito

    Da  Lulu
    CULTURA, PER LEI