Magazine Cultura

Le mie ultime letture: Jacqueline Lichtenberg - Dushau Trilogy

Creato il 29 gennaio 2011 da Weirde
book cover of 

Farfetch 

 (Dushau, book 2)

by

Jacqueline Lichtenberg 
book cover of 

Dushau 

 (Dushau, book 1)

by

Jacqueline Lichtenberg book cover of 

Farfetch 

 (Dushau, book 2)

by

Jacqueline Lichtenberg   book cover of 

Outreach 

 (Dushau, book 3)

by

Jacqueline Lichtenberg

Questa trilogia è molto interessante sotto molti punti di vista ed è un peccato non sia reperibile in italiano. Nonostante sia piuttosto datata, risale al 1985, è moderna sotto molti aspetti, e una lettura godibilissima ancora oggi.

Partiamo dicendo che l'autrice  Jacqueline Lichtenberg era amica di Marion Zimmer Bradley, perciò ha potuto contare sui suoi preziosi cobnsigli e credo le abbiano fatto molto bene.

I libri fantascientifici degli anni ottanta spesso rischiano di eccedere nel moralismo e mettere gli ideali davanti alla trama. Che l'ideale sia una società migliore, un mondo più ecologico o più giusto nei confrinti del "diverso" non importa, spesso questi libri mettono il bene comune e l'ideale davanti a tutto, e questo fa perdere alle trame quella personale introspezione che io invece amo trovare, e che in questa trilogia per fortuna ho trovato.

In questi tre libri manteniamo, nei primi due libri il punto di vista della protagonista femminile, e nel terzo quello del protagonista maschile e questo ci permette di mantenere una intropsezione semplice e chiara. 

Visto che nei libri i contatti telepatici comuni sono frequenti, l'uso da parte dell'autrice di punti di vista multipli avrebbe creato una incredibile confusione.

 

Ma veniamo alla trama: tutto si svolge nel futuro  dove una grande alleanza galattica che comprende molte specie sta giungendo ad un periodo di decadenza tornando ad essere una monarchia, mentre una grave crisi economica genera malcontenti ovunque. Per prptetggersi da questo malcontento l'imperatore cerca di gettare ogni colpa su una specie i Dashau, eseri praticamente qusi immortali con lunghissime vite, epoteri telepatici, che unendeosi in gruppi chiamati oliat sono in grado di indagare il cosmo alla ricerca di nuovi pianeti da colonizzare senza intaccarne troppo l'habitat.

Questa razza e tutti coloro che hanno avuto dcontatti con loro vengono perciò perseguitati inseguiti e cacciati.

I libri seguono in particolare le vicende di un principe Dushau che viene salvato da delle torture perpetrate dall'imperatore da un'umana, Krinata, che lavorava con lui da tempo.

I due dovrano vivere molte avventure assieme e sarà presto chiaro al lettore che tra i due ci sono dei sentimenti, ma niente potrà venirne.

Il principe Dushau ha già amato millenni prima un'umana e ha provato a costruire una vita con lei riuscendo solo a generare dolore a se stesso, a lei e alla sua famiglia. La vita umana è troppo breve rispetto a quella  Dushau, i loro corpi quasi del tutto incompatibili....insomma niente di buono può uscirne. Lui crede che Krinata sia la reincarnazione di quel suo amore, e poi più avanti sembra lei sia anche anche la reincarnazione di un'altra Dushau femmina da lui amata...questo mi ha dato fastidio in quanto tutte queste scuse di reincarnazione sembarno sminuire i loro sentimenti.

Invece ho trovato ben descritti i sentimenti e il problema di un rapporto tra un immortale ed una mortale che di solito negli urban fantasy viene facilmente superato qui è verosimilmente sviscerato e visto come insormonatbile. Un punto di vista molto nuovo ed interessante.


 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines