Magazine Attualità

Le notizie false (e a volte surreali) su Raffaele Sollecito

Creato il 20 ottobre 2011 da Stenazzi

Sono contrario assolutamente, come è ovvio, alle denunce contro i giornalisti. I giornalisti scrivono ciò che sanno,che sentono, di cui sono convinti. Lo fanno, spero sempre, in buona fede, per cercare la verità. Ci sono eccezioni. Raffaele Sollecito ha p denunciato alcuni giornalisti. Il fatto è che su di lui sono state inventate cose che non avevano e non hanno nessun riscontro concreto. In una trasmissione venne detto che Raffaele Sollecito era consumatore abituale di sostanze stupefacenti. Anzi, si disse proprio che lui e Amanda Knox «fumavano 10-15 canne ogni sera. Anzi erano cannoni, per avere un supporto maggiore». Ma supporto di che? Da dove l’hanno cavata questa informazione? Oltretutto di questa cosa non c’è nessuna risultanza nel procedimento giudiziario. Insomma, è scandalismo puro, un po’ buttato lì, tanto dire qualcosa che faccia sobbalzare sulla sedia gli spettatori. In un altro servizio si disse che Guede aveva riferito di aver visto Sollecito che brandiva il coltello. Ma  Guede questa cosa non l’ha mai detto, non c’è proprio riscontro. Altra circostanza: sul gancetto del reggiseno sono stati individuati il Dna di Sollecito e di Guede, si disse in trasmissione. Falso, non c’è mai stata questa risultanza e nessuno l’ha mai detto. Ancora: nella trasmissione si parlò dell’orma della scarpa di Sollecito. ma quell’orma era della scarpa di Guede (questa cosa l’ha detta anche Il Fatto recentemente, cosa anche più grave visto che era già arrivata l’assoluzione ed era quindi ovvio che quell’orma non poteva essere di Sollecito).

Insomma, lo ripeto, sono contrario alle querele ai giornalisti. Un po’ più di buon senso e di equilibrio però a volte non guasterebbe. Soprattutto quando di mezzo c’è la vita delle persone, in bilico tra carcere e libertà.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog