Magazine Famiglia

Le parole sono fatte di aria

Da Cristiano @sosmammo
Le parole sono fatte di aria
Ho immaginato una cosa innaturale e che riguarda l'aria. E' per questo che torno per un attimo al discorso di ieri sulla morte repentina di un uomo colpito da un proiettile al cuore. Ci torno e, per tornarci, è evidente che quel corpo sdraiato su un marciapiedi non mi apparteneva. Probabilmente non troppo convinto dalle mie stesse parole sull'inappellabilità della fine, ho pensato: se quella persona distesa in terra avesse un'ultima occasione di una boccata d'aria - non mi spingo a pretenderne addirittura un'ora, anche perché una fine, in teoria, è molto più definitiva e rapida di un ergastolo - che utilizzo farebbe di quest'ultimo, inatteso regalo? Se dovesse scegliere, quell'uomo più morto che vivo respirerebbe quell'ennesimo ossigeno, piovuto dal cielo come una manna, o lo spenderebbe in parole? Protendo per la seconda, volatile possibilità. Preferisco ipotizzare la scelta verbale. Mi piace immaginare un ultimo, estremo tentativo di difesa, ovviamente non quello ormai inutile contro la pistola che ha sparato, ma nei confronti di chi ha raccolto il corpo da terra. Una possibilità assurda di fare chiarezza, di dire le cose come effettivamente stanno a quelle persone frettolose e che, per riempire - tanto per dire - l'aria di parole, tirano conclusioni azzardate. Una spiegazione: guardate che vi sbagliate di grosso, io sono così e non come dite voi, la mia vita è stata questa e non quella che, non sapendo nulla di me, potete soltanto ed erroneamente immaginare.  Un ultimo, l'ennesimo ma definitivo bisogno di verità. Un messaggio affidato alle parole. Le parole che non sono altro che aria e che a volte svaniscono prima di raggiungere la porta di casa. Aria necessaria non meno di quella che respiriamo. L'aria che non è che un mezzo per farci vivere anche quando stiamo per morire. Le parole che non sono altro che un respiro. Un respiro perfino stanco ma necessario, finché ci sarà una bocca che lo possa emettere e orecchie che sappiano intenderlo.  Nonché la condizione fondamentale che il pregiudizio si faccia da parte, per una e per l'ultima volta nella vita.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Le origini

    Forse non tutti sanno che nel 1980 due personcine si incontrarono: lui alto, nero nero nero, studiava ingegneria al Politecnico di Milano, dopo aver passato un... Leggere il seguito

    Da  Francesca_82
    DIARIO PERSONALE, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Test Invalsi 2012 le prove

    In anteprima rispetto all'uscita istituzionale delle prove Invalsi, il sito retescuola.net pubblica le griglie dei test somministrati stamani nelle classi... Leggere il seguito

    Da  Maestrarosalba
    CULTURA, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Le cose che una mamma non tollera

    Mi devo sfogare, perdonatemi.E' una cosa che non deve diventare pubblica.Quindi mi sfogo qui che sono anonima (più o meno).Parlo a voce bassa, e rimanga tra noi. Leggere il seguito

    Da  Slela
    FAMIGLIA, MATERNITÀ, SOCIETÀ
  • Le nostre prime vacanze estive

    nostre prime vacanze estive

    Dall'ultimo post sul blog é passato un mese, lo so..., dovrei essere più continuo con i racconti, soprattutto per i neo papà che mi leggono e che hanno bisogno... Leggere il seguito

    Da  Davidpedrani
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Le scelte

    Caro blog, volevo rispondere a un'amica che si trova a dover fare una scelta non facile e come al solito mi si sono affollati i pensieri. Li devo scrivere. Leggere il seguito

    Da  Mamma Non Basta
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Le parole appropriate

    parole appropriate

    Oggi si parlava del ciclo dell'acqua ed è stato logico finire a parlare del disastro accaduto in questi giorni in diverse parti d'Italia. Leggere il seguito

    Da  Maestrarosalba
    CULTURA, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Medicina naturale: Le ustioni

    Medicina naturale: ustioni

    Medicina naturaleLe ustioniLe ustioni sono le lesioni provocate alla pelle e alle mucose dal calore intenso o da sostanze chimiche. Leggere il seguito

    Da  Pattyadozionebambini
    FAMIGLIA, SOCIETÀ

Magazines