Magazine Politica

Le perversioni dei forzaitalioti. Arrestata la “dama bianca” dei voli di stato di Berlusconi

Creato il 14 marzo 2014 da Massimoconsorti @massimoconsorti
Le perversioni dei forzaitalioti. Arrestata la “dama bianca” dei voli di stato di BerlusconiC'è qualcosa di strano, diremmo di perverso, nella destra forzaitaliota che ha accompagnato, governandoli, gli ultimi venti anni della storia d'Italia. C'è la sensazione che stando al potere, anche se raggiunto democraticamente attraverso elezioni comunque drogate dallo strapotere dei media per casalinghe e pensionati, qualsiasi cosa sia permessa, ogni reato lecito, ogni violazione delle regole sacrosanta sulla base del “sono stato eletto dal popolo”. C'è qualcosa di strano, diremmo di perverso, nella destra tout court che ci ha sgovernato per vent'anni; qualcosa che sa di sesso a gogò, di machismo esasperato, di un marciume che non prevede il rispetto di alcunché se non il proprio, intoccabile piacere. “Non lo fo' per piacer mio...”, dicevano le suore che cadevano nel baratro dell'orgasmo mistico, “ma per piacere a Silvio”, dicevano le deputate e senatrici del berlusconismo. Senonché, intruppata dopo intruppata, siamo arrivati al momento in cui tutti i “pentoloni si sono scoperti”, come amavano dire alcuni amici un secolo fa, e la brodaglia che è venuta fuori parla di violazione sistematica di tutte le regole politiche e umane. Roberto Saviano, subito sopo l'arresto di Federica Gagliardi(assunta alla Regione Lazio da Renata Polverini), ha scritto: “I trafficanti usano spesso voli diplomatici. I voli di Berlusconi le servivano a questo”? È scoppiato un casino tanto che Luca D'Alessandro, forzaitaliota doc, ha scritto: “Se Saviano scrive libri con la stessa superficialità e leggerezza con cui, pur di attaccare Silvio Berlusconi, spara queste idiozie, vestendole come gravissime quanto false insinuazioni, stiamo freschi”. Caro D'Alessandro, siamo stati al fresco dell'ombra perversa del suo Capo per tanto tempo, ci lasci scaldare alla luce di un sole più pulito. 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog