Magazine Scienze

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Creato il 08 settembre 2011 da Litalianodalontano @italianschool
Parte I
Ci sono tanti modi per guardare alla Storia ed alle ricchezze di un Paese, perfino raccontare la biografia delle sue razze canine. Il mosaico Italia infatti, tra le sue tante preziose tessere, può vantare anche sedici splendide razze di cani. Forse non sono moltissime, ma per un piccolo territorio non sono poca cosa, soprattutto pensando che rappresentano così vari impieghi e la gran parte di esse può vantare vicende che raccontano millenni di cultura e costume di un intero Paese.
Così è, ad esempio, per il PICCOLO LEVRIERO ITALIANO.

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Piccolo Levriero Italiano - Foto: Circolo del Piccolo Levriero Italiano


Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Piccolo Levriero Italiano - Foto: Circolo del Piccolo Levriero Italiano


E’ una razza antichissima, i primi resti si trovarono in una tomba egizia e, moltissimi reperti archeologici, provano che la sua origine fu proprio nel bacino del Mediterraneo. Ne abbiamo testimonianze in epoca greca e poi romana (bellissime statue sono conservate ai Musei Vaticani di Roma) poi, attraverso i tempi, presso gli Etruschi.  

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Pisanello- Visione di Sant'Eustachio

Se ne trovano descrizioni in bellissime scene di caccia nelle corti  feudali, ma il suo periodo di maggior splendore fu  il Rinascimento.
Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani
Fu così che queste elegantissime e sofisticate creature divennero parte della vita di corte e non solo come abili cacciatori di conigli selvatici, ma anche come amabili compagni di dame e Sovrani in tutta Europa. Furono i prediletti di Caterina de’ Medici e del Re Sole, di Carlo I° d’Inghilterra ed Enrico III° di Francia, solo per citarne alcuni.
Ma quando si parla di Piccoli Levrieri Italiani, si deve assolutamente lasciare un posto speciale nella memoria per Federico il Grande di Prussia. Li amò tanto e così profondamente da chiedere di essere seppellito vicino alle loro piccole tombe. Ciò naturalmente non fu permesso, ma quello di Sans Souci resta nella Storia come il più famoso cimitero monumentale per cani  mai costruito.

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Giotto- Gioacchino tra i pastori

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Giovanni Battista Tiepolo - Il banchetto di Cleopatra


Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Paolo Uccello- Caccia notturna


 Attraverso i secoli il Piccolo Levriero Italiano è stato dipinto da moltissimi artisti, non potendo menzionarli tutti si ricorderà solo Giotto, Paolo Uccello o  Tiepolo.

Le razze canine italiane - di Agnese Spaziani

Benvenuto Cellini - Levriero- Firenze, Museo Nazionale del Bargello


Ne ha lasciata una celebre statuina Benvenuto Cellini, lo ha cantato nei suoi versi Lamartine ed il grande Flaubert ha voluto che fosse una levrettina di nome Djali la compagna della sua indimenticabile Madame Bovary.
Averlo a fianco dà in qualche modo la sensazione di stare seduti su un trono. Al centro della Storia.
Nota al post: Come sempre, ho cercato di citare le fonti da cui attingo le immagini, collegandole ai rispettivi siti con link. Se del tutto involontariamente avessi infranto dei diritti, prego i proprietari di darmene comunicazione così che possa provvedere a sostituire le foto. Se invece volete mandarmene altre da inserire nei post, sarò felicissima di aggiungerle.(LdL)[email protected]'Italiano da Lontano
Iscriviti a Viadeo, il business social network scelto da <a href="http://www.viadeo.com/it/profile/lorenza.bevicini" title="Profilo Viadeo di Lorenza Bevicini"> <b>Lorenza Bevicini</b></a> e più di 30 milioni di professionisti

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine