Magazine Attualità

Le ubbie ragionevoli di Cartesio

Creato il 13 luglio 2011 da Winged_zephiro

La filosofia moderna inizia con un’indagine inquisitoria sulla capacità veritativa dei sensi, Cartesio è l’iniziatore di questo metodo che per eterogenesi dei fini concluderà col negare l’esistenza di una verità tout court, la forza del pensiero critico è solo di segno negativo, non positivo, e pertanto viene a coincidere con la miseria del pensiero debole. Per comprendere il ragionamento cartesiano bisogna intendere in che senso i sensi devono essere inquisiti: rilevare la fallibilLe ubbie ragionevoli di Cartesioità dei sensi non significa infatti destituirli dell’evidenza, una sensazione fallace è tale rispetto alla ragione che la analizza e non rispetto al senso che la riceve, Don Chisciotte vede nel mulino un gigante e Sancho Panza può dubitare della sanità mentale del suo padrone ma non della sua visione del gigante, chè altrimenti dovrebbe crederlo bugiardo e non folle. Il vero e il falso sono categorie logiche e non ontologiche, appartengono alla ragione e non al senso, al quale invece ciò che appare non è mai errore o illusione per la semplice ragione che appare, il ragionamento di Cartesio verte pertanto sulla fallibilità della ragione e non su quella dei sensi, i quali ridanno sempre l’essere e mai il non-essere delle cose. La ragione sopravveniente ai sensi separa invece classi di fenomeni secondo un criterio di verosimiglianza, non è verosimile che la prospettiva di un dipinto sia cosa reale ma è verosimile piuttosto che sia un’illusione, in tal modo il pregiudizio realistico rinserra la realtà entro lo hortus conclusus della memoria individuale e della scienza conosciuta prevenendo la caduta nella follia. Il virus socratico presente nella cultura occidentale ha permesso che il domandare che cosa è una tal cosa inficiasse anche l’evidenza che la tal cosa è, favorendo così un’epistemologia platonica invece che aristotelica e spianando la strada al nichilismo imperante. La scienza è una decodificazione della natura oltre le apparenze ma non contro le apparenze, la sensazione stessa è l’esito di movimenti complessi dell’unica sostanza fluido-ponderale di cui consiste l’universo, pertanto è rivelativa e non ingannevole, da ciò il fondamento metafisico dell’intelletto: nihil est in intellectu quod prius non fuerit in sensu. L’errore, l’illusione, il miraggio sono tutte versioni apocrife della realtà, sicuramente non si integrano nel canone sinottico della ragione e dell’intelletto e riferiti alla causalità sono privi di senso ma trovano un loro significato nella sincronicità eventuale che è l’apparirci nel tempo del nostro destino.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Le qualità

    qualità

    Ieri sera ho guardato Ausmerzen, vite indegne di essere vissute, di Marco Paolini. Con tutte le proporzioni del caso, mi è tornata in mente una discussione che... Leggere il seguito

    Da  Stiven1986
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Le macerie

    macerie

    Non siamo a L'Aquila, bensì ad Aprilia sulla 148 Pontina. Il terreno si affaccia proprio di fronte al Centro Commerciale Aprilia2, e vi sono quei vistosi blocch... Leggere il seguito

    Da  Degradoapriliano
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Le reve

    reve

    Spettacolo acquatico che si tiene nel teatro del Wynn.Io non ero mai stata ad uno spettacolo a Las Vegas, ma devo dire che la loro fama ha veramente ottime... Leggere il seguito

    Da  Mery12
    CULTURA, FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • Le crociate

    Dopo i legittimi interventi in Afghanistan e in Iraq, conseguenti alla dichiarazione di guerra messa in atto con l’abbattimento delle due torri gemelle da... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    SOCIETÀ
  • Le bistecche

    La cortina della nebbia era calata sul paese antico. Nel silenzio di intima quiete di una lunga sera d'inverno, sul lastrico del vecchio corso Soccini, risuonav... Leggere il seguito

    Da  Pinaimperato
    CULTURA
  • Le Passanti

    Passanti

    Venerdí scorso in concomitanza con l'inaugurazione dello spazio Stalloni54 a Reggio (Ex Stalloni, Via Dante Alighieri 11), ha preso vita "Le Passanti", mostra... Leggere il seguito

    Da  Mery12
    CULTURA, FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • Le Poste

    Poste

    Oggi sono stato alla Posta ,avrei voluto avere con me la macchina fotografica . La prima immagine che mi è venuta in mente è quella di un girone dell'inferno... Leggere il seguito

    Da  Ottoaprile
    SOCIETÀ