Magazine Cultura

Lenny Kravitz a Barcellona

Creato il 01 giugno 2012 da Witzbalinka
La comparsa di Lenny Kravitz nella scena rock è difficilmente qualificabile. La sua irruzione nel pop internazionale avvenne nel 1989 con il disco “Let Love Rule”, più di vent’anni fa. Da allora Kravitz ha saputo mantenere l’interesse del pubblico mondiale con le sue canzoni e il suo stile particolare. Vincitore di vari premi internazionali e Grammys, la storia di Kravitz inizia nell’Upper Manhattan dove è cresciuto, figlio di genitori vicini all’industria dello spettacolo americana. Racconta di un ragazzo sempre appoggiato dai suoi parenti nel suo desiderio di entrare nell’industria musicale e che inizialmente si interessò alla batteria, a soli quattro anni, battendo il ritmo a tutto volume sulle pentole della cucina di casa.Dopo il trasloco a Los Angeles quando aveva dieci anni, Lenny Kravitz iniziò a scoprire band importanti come i Led Zeppelin, The Who ed i Pink Floyd, che ispirarono il suo stile rock e il suo atteggiamento sul palco. Dopo l’incisione di “Let Love Rule” alla fine degli anni Ottanta, diverse case discografiche si contesero questo giovane talento, pieno di savoir faire e soprattutto capace di dare vita a un suono che mescolava R&B, blues, rock, funk e pop. “Troppo bianco per essere negro, troppo negro per essere bianco” sarà uno dei modi in cui la stampa rock lo definirà e che rappresenterà il segreto perfetto per conquistare il pubblico globale.  Lenny Kravitz durante il suo momento fu un esempio chiaro del fatto che l’arte migliore deriva sempre dallo stare ai margini e dal mix di diversi referenti e stili, alla costante ricerca dell’originalità.Bisogna ricordare che Kravitz si presentò come l’erede diretto di Jimi Hendrix. Non solamente per il suo stile esplosivo nel suonare la chitarra e cantare, ma anche per la sua immagine con quel tocco anni Sessanta e Settanta, l’uso di pantaloni a zampa d’elefante e camicie fiorite e sbottonate, il petto aperto al pubblico e lunghissimi dreads. Kravitz era la combinazione perfetta tra Hendrix, John Lennon e Bob Marley, tutti essenziali per comprendere il suo “intrincato” e “selettivo” universo musicale.Il suo disco successivo, “Mama Said”, del 1991, lo convertì in una figura pubblica internazionale. Il primo singolo delll’album , “Always on the Run”, co-scritto e pubblicato con Slash dei Guns N’ Roses, fu un totale successo radiofonico e su MTV. Più tour mondiali, più riconoscimenti, un matrimonio con la stella del “Bill Cosby Show” Lisa Bonet e una turbolenta storia d’amore con la supermodella Adriana Lima, misero Lenny Kravitz el centro dell’attenzione dei paparazzi di tutto il mondo.Lenny Kravitz mette il rock in salvo. Non ne spazza via la polvere ma affascina, ed il 3 giugno sarà a Barcellona in un concerto che non puoi perderti. Per maggiori informazioni entra qui: http://www.lennykravitz.com/ 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog