Magazine Cultura

Let’s make a toast to the New Year!

Creato il 01 gennaio 2013 da Tgs Eurogroup @tgseurogroup

Happy 2013Quando noi brindiamo, alla salute di qualcuno o per sottolineare una occasione di festa, diciamo “Alla salute!” oppure “Cin cin”. L’espressione equivalente per gli inglesi è “Cheers!”

Ma una recente inchiesta del  The Telegraph rivela che oramai l’espressione Cheers ha preso il posto del ben più robusto Thank you quando si vuole ringraziare qualcuno. L’autore dell’articolo la ritiene una cosa poco incoraggiante, dal momento che spessissimo è accompagnata all’espressione “mate”, come dire una eccessiva mostra di familiarità per un popolo così attento ai formalismi.

A parziale giustificazione di questa caduta di tono, si riporta che l’espressione Cheers in realtà affonda le sue radici nella storia: What cheer? urla il Nostromo in balia della tempesta in mare proprio all’inizio del famoso lavoro di William Shakespeare, The Tempest, e se andava bene per Shakespeare…

Lo stesso saluto è usato nel York Mistery Play rappresentato nel medioevo: “Dimmi, Maria”, dice Giuseppe, “che cosa ti porta il saluto?” (“Say Marie”, says Joseph, “what chere with thee?”). Il passaggio da salutare a brindare e poi a ringraziare è stato breve.

In realtà quelle due piccole paroline sono state per decenni la pietra d’angolo della buona educazione; quante volte abbiamo ripetuto ai nostri ragazzi “Ricordatevi di ringraziare, anche quando non vi sembra ce ne sia bisogno, gli inglesi l’apprezzano”. Però le recenti ricerche evidenziano che gli inglesi stessi non dicono più Thank you per dimostrare gratitudine, l’hanno sostituite con Cheers.

I sondaggi dicono che per il 40% di loro Thank you è troppo formale, preferiscono espressioni colloquiali come  ’fab’, ‘lovely’ o ‘wicked’.

Quasi la metà hanno dichiarato di usare più spesso espressioni popolari come ‘ta’, ‘cool’, e ‘great’.

Un terzo ammette di preferire un rapido cenno del capo piuttosto che dire Thank you.

Secondo Caroline Weaver della compagnia  Me to You, che ha fatto un sondaggio su 3,000 persone, “La maggior parte della gente è a disagio nel dire Grazie oggi giorno, ma ciò non significa che non dimostrino comunque la loro gratitudine. Coloro che hanno risposto al sondaggio hanno dichiarato che non importa come si ringrazia per una azione gentile, l’importante è essere amichevoli ed educati. Alla fin fine, tutti sappiamo che un bel sorriso e una qualche reazione positiva sono sufficienti per ringraziare.”

Secondo questo sondaggio ‘lovely’, ‘nice one’, ‘much appreciated’, ‘you star’, e ‘all right’ sono alternative comuni. A volte si usano anche espressioni straniere come ‘merci’, ‘danke’ e ‘gracias’ .

In ogni caso, nonostante la tendenza ad essere meno formali, i due terzi delle persone intervistate considerano i britannici un popolo “maleducato”.

Prova ne sia che quattro persone su dieci non spediscono più biglietti di ringraziamento, quando ricevono un regalo, e nella patria del “biglietto-per-ogni-occasione” il dato è stupefacente.

Ecco allora i “TOP 20 WAYS” per dire grazie:

  1. Cheers
  2. Ta
  3. That’s great
  4. Cool
  5. OK
  6. Brilliant
  7. Lovely
  8. Nice one
  9. Much appreciated
  10. You star
  11. All right
  12. Fab
  13. Awesome
  14. Wicked
  15. Merci
  16. Danke
  17. Gracias
  18. Super
  19. Ace
  20. Thank you

E comunque, la notte scorsa quando abbiamo brindato con amici e parenti, quale sia stata l’espressione che abbiamo usato per sottolineare la mezzanotte, avrà avuto in sé implicito un ringraziamento per l’anno passato e un saluto per quello nuovo.

Cheers, everyone!

Bruna

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • FRESH MEAT - Happy New Year

    FRESH MEAT Happy Year

    Happy New Year! Due righe per insultare i Maya, e tutti gli speciali che ci hanno fracassato i coglioni nell'ultimo anno, ma anche per fare qualche augurio... Leggere il seguito

    Da  Robbertopoli
    ARTE, CULTURA, DISEGNI, FUMETTI E VIGNETTE, TALENTI
  • BBB: one year later

    BBB: year later

    Hotelhotel viewReady for TempelhofAllStar by MarimekkoNeue Schoenhauser Strasse, MitteOz.14BagOutside C/O, Oranienburger StrasseOranienburger StrassePremium... Leggere il seguito

    Da  Mavironchi
    EVENTI, FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • London 2012 & British Spirit: let's go!

    London 2012 British Spirit: let's

    Eccoci arrivati, dopo una lunga attesa, al giorno della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici 2012 a Londra! Siete un po' emozionati? Io sì! :-) Ho avuto... Leggere il seguito

    Da  Lauramint
    DIARIO PERSONALE, LIFESTYLE
  • Let's PLAY!

    Let's PLAY!

    Buongiorno amiche di Ippity!Oggi vi propongo un nuovo LO con dettagli realizzati con i nostri bellissimi timbri IppityPer questa pagina ho scelto delle carte... Leggere il seguito

    Da  Danielaa
    CREAZIONI, DECORAZIONE, HOBBY, TALENTI
  • I'm back. Let's eat our new travels! Random photographs from...Serifos!

    back. Let's travels! Random photographs from...Serifos!

    location: Serifos, Greecephotographer: Giuseppe Saglioperiod: august 2012Sono tornata e sono pronta per ricominciare a scrivere con la solita regolarità. Leggere il seguito

    Da  The Travel Eater By Costanza Saglio
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • organizziamoci! - let's get organized!

    organizziamoci! let's organized!

    sono sicura che molta gente rimane sconvolta quando vengono a casa nostra per la prima volta. a parte i disegni sulle pareti, i peli del gatto sul divano e i... Leggere il seguito

    Da  Cucicucicoo
    BAMBINI, DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • So Next Year

    Next Year

    Buon giorno tesorini,in questo post vi mostro l'outfit indossato qualche giorno fa, in un caldo pomeriggio: top corto disponibile su So Next Year e i miei short... Leggere il seguito

    Da  Stephilacreations
    LIFESTYLE, MODA E TREND

Dossier Paperblog

Magazine