Magazine Informazione regionale

Lettera a palazzo

Creato il 19 ottobre 2011 da Patuasia

L’ultimo regime comunista in occidente e cioè la Valle d’Aosta, oscura i blogs che promuovono l’attività del cervello non a fini promozionali, ma riflessivi e sappiamo bene che in qualsiasi regime di ogni angolatura possibile, il pensiero fa paura. Patuasia è stato censurato con la stupidissima, quanto ingenua giustificazione, di distrarre gli impiegati dal lavoro, ma la lettera che ha preso a circolare nei vari assessorati regionali, secondo i nostri governanti, non distoglie l’attenzione dalle responsabilità. No! questa lettera ha scopo educativo! Il testo ha stile pulito, chiaro, informato e illustra, con toni pacati da imbonitore professionista, le motivazioni regionali circa la scelta dell’inceneritore; molto brevemente illustra anche le ragioni di “alcuni comitati” che propongono il trattamento a freddo: soluzione che l’anonimo boccia con altrettanto posate motivazioni. Una lettera non firmata, non siglata, ma che ha origine nel Palazzo: prova inconfutabile è l’uso del bilinguismo. I riferimenti al Peuple valdotain, l’Autonomie e la Vallée d’Aoste, sono infatti scritti in francese. Si tratta di vera propaganda condotta da un sistema politico che considera la partecipazione un fastidio, una perdita di tempo. Chi decide qui è uno. Uno che vuol governare senza tante menate democratiche. Uno che metterà in piedi una macchina da guerra potentissima e questa lettera anonima ne è solo il preludio, perché sa che la vittoria, nel caso di referendum, sancirebbe una crepa vistosa nell’attuale gestione autoritaria del potere.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :