Magazine Medicina

Lifting, diamo un taglio alle rughe profonde

Creato il 01 ottobre 2013 da Benesserestaff @benesserestaff

Se le rughe che iniziano a solcare il nostro viso ci fanno sentire come shar-pei e viviamo costantemente col desiderio di spianarle, di riportare i nostri lineamenti a quelli di un’età ormai passata da troppe primavere, forse è giunta l’ora di valutare la possibilità di un intervento estetico di una certa importanza, il lifting.

Infatti, se creme e unguenti non hanno funzionato, così come le innumerevoli sedute dall’estetista, e nemmeno i mini interventi di medicina estetica hanno contrastato l’azione del tempo, rassegnamoci, l’ultima nostra chance è l’intervento chirurgico. Prendiamo quindi tutte le informazioni del caso e valutiamo, assieme a un ottimo chirurgo, le possibilità che ci verranno esposte.

Quando è possibile ricorrere al lifting

Possiamo programmare un intervento di lifting in tutti quei casi in cui il nostro aspetto fisico ci causi forte disagio e condizioni le relazioni interpersonali. Se non riusciamo ad accettare l’invecchiamento fisico e, invece, ci sentiamo in grado di affrontare un intervento importante quale il lifting. A livello prettamente estetico questo trattamento chirurgico risolve, in modo ottimale, il cedimento della pelle del viso, quindi rughe e pelle cadente localizzata sotto il collo, sulle palpebre e mandibole.

Lifting, diamo un taglio alle rughe profonde

Si può inoltre intervenire con procedure di riempimento, come per esempio nella zona degli zigomi e di rimodellamento del tessuto muscolare sottostante al fine di ottenere un aspetto più fresco e giovane. Naturalmente deve essere il chirurgo a valutare quali siano i casi in cui effettivamente un intervento di lifting può risolvere la situazione di disagio del paziente. Molti interventi, rischiano di essere rifiutati poiché in alcuni casi non sussistono le condizioni adatte per operare.

In cosa consiste l’intervento

Il lifting è un intervento chirurgico serio e invasivo. La pelle del viso, mediante un’incisione che segue l’attaccatura dei capelli e dietro le orecchie, quindi perfettamente invisibile dopo un certo lasso di tempo, viene scollata dallo strato muscolare, tesa e rimodellata. I muscoli possono essere riposizionati in modo da ridare al volume del volto una tonicità perduta da tempo. Una volta rimodellato, si riposiziona la pelle che viene tesa al fine di eliminare le rughe. La pelle in eccesso viene quindi tagliata e si procede con la sutura.

Lifting, diamo un taglio alle rughe profonde

Le nuove tecniche odierne consentono di rimodellare e scolpire il volto senza toglierne la naturale espressività, come avveniva in passato. Per questo motivo l’età in cui si ricorre all’intervento è sempre più bassa. Bisogna però considerare che si tratta di un intervento davvero invasivo, e proprio per questo motivo dovrebbe essere effettuato solo in caso di effettiva necessità. Un bravo chirurgo non avrà difficoltà a stabilire quali siano le casistiche in cui si potrà intervenire.

Quanto dura l’intervento e quali sono i tempi di ripresa

Generalmente, un intervento di lifting, può durare dalle due alle cinque ore secondo il singolo caso, sovente si abbinano interventi di blefaroplastica o altri interventi di scultura facciale. La maggior parte dei casi prevede un’anestesia generale e circa due o tre giorni di degenza presso la clinica dove si è effettuato l’intervento. Si deve stare sdraiati almeno per un giorno senza fare sforzi né affaticarsi.


Per una completa guarigione occorrono dai 10 ai 15 giorni. I punti di sutura vengono rimossi dopo circa una settimana, ma è bene, in ogni caso, non esporre il viso alla luce diretta e all’aria aperta per qualche giorno.

Ovviamente non andremo a nessun vernissage, ma nemmeno al cinema perché avremo gli occhi gonfi come quelli della protagonista di One million dollar baby. Meglio pensare anche all’incolumità altrui. Dovranno passare circa tre settimane prima di riprendere la normale vita quotidiana. Sarà quindi possibile lavarsi con delicatezza i capelli, ma è preferibile evitare altri trattamenti che implichino l’utilizzo di prodotti troppo aggressivi quali tinture e permanenti. La pelle del viso andrà trattata con molta cautela, attenzione alle creme idratanti, seguiamo scrupolosamente i consigli del medico che ci ha operate.

Utilizziamo solo prodotti ipoallergenici per il make up quotidiano che potremo applicare solo dopo la rimozione delle medicazioni, facendo attenzione a non riempire le cicatrici che potrebbero infettarsi. Evitiamo l’intervento poco prima dell’estate perché dovrà passare minimo un mese prima di poterci esporre ai raggi ultravioletti. Valutiamo poi se, dopo tanta fatica, valga la pena di ricominciare a sottoporre la pelle ad invecchiamento da esposizione ai raggi solari.

Per quanto riguarda i costi non sono proibitivi, anzi, possono essere alla portata di chiunque. Si parte, infatti, da una base di circa 8.000 euro che possono variare secondo la notorietà del medico che ci dovrà operare, la tipologia di clinica e sicuramente da quella dell’intervento. In questi casi però è bene non lesinare, meglio spendere un po’ di più, ma avere la certezza di essersi messi nelle mani di un professionista serio e accreditato..


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :