Magazine Ecologia e Ambiente

Lo Schnalswaalweg della Val Senales

Creato il 03 dicembre 2014 da Cipputi
Era il Waal più bello del Burgraviato meranese, ma da due anni è azzoppato per metà, con la prima parte chiusa e abbandonata.

Lo Schnalswaalweg della Val Senales

In Val Venosta e nel Burgraviato meranese sopravvivono numerose delle antiche rogge che dai lontani ghiacciai portavano l'acqua per le coltivazioni del fondovalle (una volta non c'erano le pompe per aspirare l'acqua dall'Adige). Quelli che danno sulla conca meranese, come il Waal di Marlengo o quello di Lagundo, sono frequentati in tutte le stagioni.

Lo Schnalswaalweg della Val Senales

Vista sulla Val Venosta dal Waal della Val Senales, nel tratto fra Juval e Tschars.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.

Questa è stata la seconda estate di chiusura per il tratto Altrateis-Juval, cioè per il tratto che percorre la parte bassa della Val Senales prima di svoltare a destra e imboccare la Val Venosta all'altezza di Castel Juvale (sì, quello di Messner).Nel frattempo i contadini di Altrateis hanno recintato le loro proprietà impedendo così l'accesso; i cartelli indicatori sono ancora presenti ma il passggio è precluso. Facciamo un giro e tagliamo un prato in salita

Lo Schnalswaalweg della Val Senales

Scarica la traccia GPS da Every Trail.

guadagnando in qualche modo il Waal. Poco dopo superiamo l'avviso ufficiale di chiusura e arriviamo ai due smottamenti. In Sudtirolo ho visto danni peggiori ripristinati rapidamente, se qui non si fa nulla è perchè non si vuole, forse si permette ai contadini di impedire l'accesso perchè si ha già in mente di "tagliare" il tratto fino al castello di Messner? Sarebbe un vero peccato, e sicuramente non gioverebbe al turismo...Dal castello in poi la roggia di Senales è ancora in perfetta efficienza. La giornata coperta impedisce alle foto di
fissare i colori autunnali, ma la passeggiata in discesa verso Tschrs/Ciardes rimane piacevolissima.
Quote e dislivelli:Quota di partenza: m 850 (Altrateis/Rattisio Vecchio)Quota di arrivo: m 570 (fermata Bus a Tschars/Ciardes)Quota massima raggiunta: m 940 (Castel Juvale)Dislivello assoluto: m 280Dislivello cumulativo in salita: m 150 circaDislivello cumulativo in discesa: m 400 circaLunghezza con altitudini: km 11,6 (compresa visita al castello)Tempo totale netto: 3:30 ore (compresa visita al castello)Difficoltà: E (T senza le frane)Descrizione del percorso:Dalla fermata autobus di Altrateis/Rattisio Vecchio si costeggia con percorso adocchio il prato a fianco dell'impianto di mele posto a valle degli edifici quadagnando in breve il Waal che taglia il bosco ed è interrotto in due punti da due distinti smottamenti di terreno ghiaioso (cartello di chiusura ufficiale). Senza difficoltà alcuna si prosegue fino ai pascoli sottostanti il castello di Juval; volendo si abbandona brevemente il Waal per la visita al Museo della montagna ospitato nel castello e losi riprende per percorrere il tratto che, dapprima in orizzontale e poi in leggera discesa, porta sulla verticale di Tschras/Ciardes, dove si lascia il sentiero in quota per calare fra i frutteti a Ciardes e alla statale della Venosta dove si trova la fermata dell'autobus di linea con il quale si ritorna al parcheggio dell'auto.Come arrivare:Alla periferia occidentale di Naturno, in località Staben/Stava, all'altezza dell'imbocco della Val Senales, si lascia la macchina nello spazio parcheggiabile vicino alla fermata dell'autobus di linea che porta in Val Senales. Qui si prende la corriera e si scende alla prima fermata (Altrateis/Rattisio Vecchio).

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :