Magazine Italiani nel Mondo

Ma quante ceneri del Mahatma esistono ancora?

Creato il 31 gennaio 2010 da Mariagraziacoggiola
E' uscito il film The Road to Sangam
La vigilia dell’anniversario dell’uccisione del Mahatma, avvenuta il 30 gennaio, sono andata all’anteprima di un bel film “gandhiano” a metà tra fiction e realtà. Si tratta di “The Road to Sangam” del regista debuttante Amit Rai presentato l’anno scorso a Cannes. La storia è vera: un’urna contenente le ceneri di Bapu era stata “dimenticata” nel caveau di una filiale della State Bank of India nello stato orientale dell’Orissa. Uno dei pronipoti, Tushar Gandhi, che nella pellicola, recita se stesso, riesce dopo una lunga causa giudiziaria a riaverla e la porta ad Allahabad per immergerla alla confluenza del Gange, Yamuna e il mitico Saraswati. Solo che per la cerimonia vuole usare una vecchia Ford, la stessa utilizzata anche nel 1948. Da qui il canovaccio si intreccia con le vicende di un meccanico mussulmano, molto devoto, che deve riparare il vecchio motore e nello stesso tempo lottare contro la propria comunità (e contro un intransigente “maulana” che somiglia un po’ a bin Laden) per avere il diritto ad aprire la propria officina nonostante uno sciopero proclamato dai mussulmani per protestare contro i metodi repressivi della polizia. Un film decisamente patriottico, un po’ caricaturale nel dipingere i mussulmani, ma bello perché reca un forte messaggio di unità e tolleranza, soprattutto in questi tempi in cui l’Islam è spesso associato al terrorismo. Bella la musica e non mancano le battute divertenti. Insomma da vedere.
Alla serata, all’auditorium dell’Indian International Center, c’era anche lo stesso Tushar Gandhi, figlio del giornalista Arun Gandhi che vive negli Stati Uniti, figlio del secondogenito del Mahatma e forse l’unico impegnato a diffondere i principi gandhiani, anche se tra mille polemiche e controversie. I discendenti di Bapu si sono rivelati molto rissosi e purtroppo non all’altezza dell’illustre antenato.
Mi hanno colpito le parole di Tushar, un omone grande e grosso che non ha nulla del bisnonno, che ha raccontato di quando ha aperto la cassa sigillata contenente l’urna. “Di solito sono una persona molto pragmatica – ha detto – ma quando ho toccato l’urna di terracotta ho avuto una forte sensazione e ho capito che quelle ceneri volevano essere liberate. Ho capito che dovevo immergerle subito e così ho fatto”. Era il 1997 e le ceneri sono state immerse ad Allahabad, come si vede nel film.
Mi ricordavo però che due anni fa, per il sessantesimo anniversario della morte, altre ceneri erano state disperse nel Mar Arabico a Mumbai da altri pronipoti e leggo ora che ieri altri resti sono stati immersi in Sudafrica. Dopo la cremazione si dice che le ceneri siano state divise in 20 urne e inviate in ogni stato dell’Unione Indiana. Nel museo davanti al mausoleo del Rajghat a Delhi di fatti sono esposte altrettante urne vuote...ma quante ceneri del Mahatma esistono ancora?

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Ma lo shop?

    shop?

    Ahh ecco una bella domanda per allietarmi questa giornata uggiosa di pioggierella che non si decide ad essere pioggia oppure solo nuvole.;-) che fine avrà... Leggere il seguito

    Da  Magnoliawp
    ARCHITETTURA E DESIGN, LIFESTYLE
  • Ma cos'è il Kirgyzstan?

    cos'è Kirgyzstan?

    Rivoluzione in Kirgyzstan, il solo paese dell'Asia centrale ex sovietica che ha tentato la transizione democratica.E' la terza dall'indipendenza del 1992.Il... Leggere il seguito

    Da  Giusecipriani
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Sterilizzare :si , no...ma va!

    Come chi passa ogni tanto da qui sa che i piccoli sono 4 e hanno 2 anni circa di differenza .Ovviamente come penso tutte all' arrivo del primo pargolo la ricerc... Leggere il seguito

    Da  Farmacia Serra Genova
    SALUTE E BENESSERE
  • Ma che paese è...

    Ma che paese è quello in cui il capo del governo si informa se è indagato o no? Ma che paese è quello in cui un negoziante mette dei soldatini di stampo... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • affascinato ma perplesso

    affascinato perplesso

    Sono affascinato e perplesso, nello stesso tempo, da una scoperta fatta dagli scienziati dell’Università di Newcastle (GB). Gli studiosi della prestigiosa... Leggere il seguito

    Da  Albix
    RICERCA, SCIENZE
  • Storie ma anche favole

    Storie anche favole

    Al lettore il segreto lo spiega "il bibliotecario vecchissimo di una di quelle biblioteche che stanno in cima a città antiche, circondate da mura screpolate e... Leggere il seguito

    Da  Antonio_montanari
    CULTURA, LIBRI