Magazine Attualità

Max Calderan: un esploratore desertico in riva al mare

Creato il 07 luglio 2011 da Apietrarota
Max Calderan: un esploratore desertico in riva al mare
MAX CALDERAN è il re del deserto. A quarant’anni ha già attraversato le sabbie più insidiose e impraticabili del mondo, sopravvivendo in condizioni estreme. Senza assistenza medica e in perfetta solitudine, portando nello zaino il poco di cui ha bisogno, questo esploratore assoluto ha superato ogni limite conosciuto, primo fra tutti quello che ogni giorno ci impedisce di essere veramente liberi: la paura e la convinzione di non riuscire, di non potere.
Dopo il successo dello scorso anno, l’esploratore estremo ritorna al Boca Barranca di Marina Romea mercoledì 13 luglio alle ore 21.30 nell’ambito della rassegna “La.Ri.Co. summer edition ‘11” per parlare delle sue esperienze.
Max Calderan è uno di quegli uomini che ha superato il confine più estremo. E non stiamo parlando dei suoi record mondiali o delle sue sfide nel deserto. Queste sono solo una conseguenza.
Il confine che Max ha valicato è quello che ogni giorno impedisce a molte persone di essere veramente liberi: il condizionamento, la paura, la convinzione di non potercela fare.
Liberare il potenziale della nostra mente significa far esplodere la Luce che è in ognuno di noi. E grazie a questa energia, superare qualsiasi sfida. Anche quella più estrema.
Max Calderan nasce come sportivo nell’arrampicata e nello sci alpinismo. Oggi si definisce un esploratore desertico estremo. Insignito della Medaglia al Valore Civile dal Presidente della Repubblica, vince i Campionati Nazionali di Pentathlon Militare e si laurea in scienze motorie con il massimo dei voti. Dopo una carriera da manager di una multinazionale farmaceutica, sceglie di dedicarsi completamente all'esplorazione estrema, non senza aver superato nella vita privata periodi molto difficili. Oggi è detentore di 5 Prime Mondiali Assolute, unico uomo al mondo in grado di sopravvivere nel deserto in perfetta solitudine, in autosufficienza alimentare, senza assistenza medica, dormendo solo tramite micro cicli di sonno e a temperature che possono superare i 58 °C.
Per informazioni: tel. 0544 447858. Ingresso gratuito.
Il Boca Barranca è anche ristorante pizzeria.----------------------------- Questa ed altre notizie le trovi su www.CorrieredelWeb.it - L'informazione fuori e dentro la Rete. Chiedi l'accredito stampa alla redazione del CorrieredelWeb.it per pubblicare le tue news.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :