Magazine Cucina

Mensa gourmet. In Seat si può

Da Traveltotaste

Taglio in SeatQuanti di voi associano il termine “mensa” a cibo un po’ triste e poco saporito? Da oggi dovrete ricredervi perché a Torino c’è un’Azienda che fa del pranzo un momento gourmet per i propri dipendenti. Si tratta di Seat Pagine Gialle dove, una volta al mese, viene invitata una realtà cittadina che è stata notata e apprezzata da Vincenzo Santelia, amministratore delegato del gruppo, grande appassionato di buon cibo.

L’ospite dello scorso martedì è stato Taglio – La pizza per fetta, le cui pizze avevo già avuto modo di apprezzare in una tiepida sera primaverile dello scorso anno. Per l’occasione ha preparato:

20150317_125149

La Muffuletta: Enkir, cumino, pepe nero e finocchietto selvatico.

La Sfiziosa: Mozzarella di Bufala “Moris”, acciuga di Sciacca e origano di Pantelleria.

La SEAT P.G.: Patata di montagna lessata con Pistilli di Zafferano Italiano,pancetta naturale “Luiset” marinata nel Tabasco,sale dolce di Cervia e fiori di fiordaliso essiccati.

La Sciannera: Burro fresco della Savoie,zucchero di canna grezzo e cannella di Ceylon.

L’apprezzamento dei dipendenti è stato evidente, ma vediamo cosa pensa Vincenzo Santelia del progetto e, da milanese, della nostra Torino.

Secondo lei Torino ha qualcosa in più dal punto di vista gastronomico, rispetto ad altre città?

Torino ha nella gastronomia una eccellenza certamente europea e probabilmente mondiale. È stata sede di una delle corti più importanti d’Europa. È circondata da un territorio molto vario per ambienti e climi. Ha assorbito molte delle altre culture italiane, soprattutto quando è diventata capitale industriale. E, negli ultimi anni ha attraversato una crisi di identità che ha aperto spazio alla riscoperta della propria specificità. Non c’è da stupirsi se è culla del movimento slow food e sede di uno dei distretti italiani di maggior successo nel mondo – quello del caffè e del cioccolato. Sono forse cose ovvie per chi ci abita. Ma una forte sorpresa per chi, come me, è cresciuto a Milano con l’idea che Torino sia una città triste. E per i miei ospiti milanesi, quando mi vengono a trovare. Perché a Torino c’è molta più attenzione alla qualità, più accessibilità e molta più sperimentazione. Dal Cambio a Poormanger (una patata al cartoccio straordinaria – una certezza quando ci si vuole gratificare con un quarto d’ora di estasi).

Perché la scelta di una mensa aziendale oltre gli schemi (tristi) a cui viene normalmente associata?

La mensa è forse triste per chi non ce l’ha. Per me è invece un gran vantaggio non essere costretti ogni giorno ai panini, alle insalatone, ai piatti riscaldati. Certo la mensa può essere ripetitiva. Per questo è bene ogni tanto spezzare la routine. A volte stimolando i nostri cuochi a proporre qualcosa di nuovo e, ogni tanto, invitando qualcuno da fuori a farci vedere di che cosa è capace.

Come rispondono i dipendenti a questa nuova iniziativa gastronomica?

Ahah. I torinesi sono sempre piuttosto riservati nei loro commenti. Ed è una caratteristica che apprezzo. Vedo però che quando abbiamo ospite uno chef da fuori non avanza mai nulla. Direi che è c’è un consenso che si manifesta nei fatti!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • In palestra

    palestra

    Nell'università nella quale lavoro è a disposizione di alunni e professori una palestra. Si tratta di una struttura moderna di cemento e vetro. Leggere il seguito

    Da  Darioanelli
    AMERICA, ITALIANI NEL MONDO, MONDO, VIAGGI
  • Cosciotto d’agnello in crosta

    Cosciotto d’agnello crosta

    La preparazione della ricetta del cosciotto d’agnello in crosta è un po' impegnativa, ma seguendo passo passo questo post potrete realizzarla. Leggere il seguito

    Da  Cuocogustavo
    CUCINA, RICETTE
  • Come viaggiare in Malesia in treno o in bus

    Come viaggiare Malesia treno

    Viaggiarein Malesia in treno o in bus è piuttosto semplice e comodo. Spostarsi costa poco ed il servizio non è male, anzi, abituati ai costi esorbitanti e al... Leggere il seguito

    Da  Agnese77
    VIAGGI
  • Cioccolata calda in tazza

    Cioccolata calda tazza

    Cosa c’è di meglio in inverno di una buona cioccolata calda? Mio marito la adora molto densa !!!! Il massimo della perversione è però sentirsi chiedere molto... Leggere il seguito

    Da  Lillybaz
    CUCINA, RICETTE
  • Cosa mangiare in un viaggio in Olanda

    Cosa mangiare viaggio Olanda

    Un viaggio non è completo senza avere assaggiato prima alcune delle specialità gastronomiche locali. L'Olanda è una nazione conosciuta per i coffee shop, i... Leggere il seguito

    Da  Nonsoloturisti
    VIAGGI
  • Cartelli stradali in U.S.A.

    Cartelli stradali U.S.A.

    Oggi ci divertiamo con i cartelli stradali più insoliti che abbiamo incontrato durante il nostro girovagare ascoltando John Denver su macchine a noleggio dal... Leggere il seguito

    Da  Silva Avanzi Rigobello
    CUCINA, RICETTE
  • Virago Classic way

    Virago Classic

    Yamaha XV 750 Virago by Classic Way Classic Way Atelier - Guimarães, Portugal Leggere il seguito

    Da  Inazumaluke
    LIFESTYLE, PASSIONE MOTORI

Dossier Paperblog

Magazines