Magazine Cultura

Mercoledì 13 agosto gran finale per il Vulci Festival con i Deproducers

Creato il 10 agosto 2014 da Giovanni Pirri @gioeco

20140810-155731-57451129.jpg

Chiusura per Vulci Festival 2014, rassegna promossa dal Comune di Montalto di Castro e dall’A.T.C.L. – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio.

Mercoledì 13 agosto, nel Parco Naturalistico Archeologico di Vulci a Montalto di Castro in provincia di Viterbo, si chiude con un appuntamento imperdibile, un concerto straordinario e del tutto sui generis: musica e scienza si incontreranno in un connubio senza precedenti con Deproducers in Planetario, un progetto nuovo per la prima volta in tournée che vede la scienza spiegata attraverso la musica nell’intenzione di improvvisare delle sonorità ed incastrare, all’interno di esse, nozioni scientifiche ed astronomiche.

Planetario è lo straordinario concerto dei quattro musicisti Gianni Maroccolo (Litfiba, CSI), Max Casacci (Subsonica), Vittorio Cosma (PFM, Elio e le Storie Tese), Riccardo Sinigallia (solista nonché autore e arrangiatore per Niccolò Fabi, Max Gazzè e Tiromancino), che unisce la musica alla conferenza spaziale dell’astrofisico Fabio Peri (direttore del Planetario di Milano).

DEPRODUCERS è una sorta di collettivo che si ripropone di musicare dal vivo conferenze scientifiche raccontate in maniera rigorosa ma accessibile. “Planetario”, il primo capitolo di questa avventura, ha unito la musica alle conferenze spaziali; durante lo spettacolo, vengono illustrate le meraviglie del cosmo e il mistero della sua nascita, le costellazioni e la loro mitologia, il rapporto tra l’Uomo e l’Infinito, il tutto veicolato da un’incredibile capacità di coinvolgere il pubblico con un linguaggio semplice e accessibile.
I DEPRODUCERS attualmente stanno lavorando a due colonne sonore – Italy in a Day del premio oscar Gabriele Salvatores e La vita Oscena di Renato De Maria – e al nuovo disco di prossima pubblicazione intitolato Botanica.

MAX CASACCI poco più che ventenne incomincia a realizzare in proprio colonne sonore, musiche per teatro e danza contemporanea dopo aver capito la differenza tra suonare uno strumento e inserirsi in un progetto, grazie ai Cormodoy. Prima di allora aveva suonato nel periodo Prog, era passato attraverso il Rock, aveva studiato chitarra Jazz ma con il Punk e la successiva New wave, troverà una dimensione più precisa; la figura del “trasversale” musicista e produttore Brian Eno, diventa lo spirito guida. 10 anni con gli Africa Unite e 18 con i Subsonica sono i due progetti che più lo hanno assorbito senza mai fargli perdere la passione per le produzioni musicali; oltre ai già citati Africa Unite e Subsonica – tra le tante – ricordiamo Loschi Dezi (l’alba dei Mau Mau), Fratelli di Soledad, Mao e La rivoluzione, Sushi, Mambassa, Cristina Donà, Modena City Ramblers e con l’etichetta Casasonica pubblica e produce Sikitikis, Gatto Ciliegia e Robertina, Petrol e LNRipley. La sua più recenti produzioni riguardano i Perturbazione con l’album Musica X, presentato al grande pubblico durante la 64esima edizione del Festival di Sanremo e Fibrillante, il nuovo album – a distanza di 15 anni dal precedente album di inediti – di Eugenio Finardi.

VITTORIO COSMA è un pianista, compositore e produttore.
Considerato una delle figure di riferimento della scena musicale italiana, il suo nome è legato ad alcuni tra i progetti musicali più interessanti del panorama contemporaneo: lavora con il DJ e produttore Howie B (U2, Björk ecc.), con il gruppo di Peter Gabriel (David Rhodes, Ged Lynch, Richard Evans) e con i musicisti Islandesi Valgeir Sigurdsson e Borgar Magnasson (Bjiork, Sigur Ros). E’ stato un componente della Premiata Forneria Marconi e collabora da sempre con Elio e le Storie Tese. Nella sua attività di produttore, musicista e compositore ha collezionato svariati dischi d’oro collaborando con artisti quali: Fiorella Mannoia, Marlene Kunz, Samuele Bersani, Pino Daniele, Fabrizio De André, Enrico Ruggeri, Pacifico, Ivano Fossati, Almamegretta, Roberto Vecchioni, Mauro Pagani, Eugenio Finardi e molti altri.

GIANNI MAROCCOLO musicalmente nasce a Firenze, dove negli anni ‘80 fonda i LITFIBA con i quali vivrà la stagione del post-punk italiano fino al 1990, quando Maroccolo e Aiazzi lasciano la band: rimangono di quell’avventura centinaia di concerti in tutto il mondo e il bellissimo album “17 RE”, capolavoro della band. Inizia nel 1987 l’esperienza di produttore artistico: collabora con band come CCCP, Timoria e Marlene Kuntz, e con grandi cantautori italiani del calibro di Franco Battiato, Lorenzo Cherubini, Carmen Consoli. Nel 1993 fonda con Giovanni Lindo Ferretti i C.S.I. – Consorzio Suonatori Indipendenti – gruppo musicale con cui riuscirà nel 1997 a raggiungere il vertice delle classifiche, pur non abbandonando la ricerca e la sperimentazione che da sempre lo contraddistinguono. Crea in quel periodo anche il C.P.I. – Consorzio Produttori Indipendenti – e a seguire crea e partecipa ad un numero impressionante di progetti di alto profilo, tant’è che ne presenta uno anche alla Biennale di Venezia.

FABIO PERI ha studiato presso il Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, diplomandosi in pianoforte. Ha svolto attività concertistica e contemporaneamente si è laureato in Fisica presso l’Università degli Studi di Milano, dedicandosi all’ Astronomia extragalattica, alla Cosmologia ed allo sviluppo della nuova tecnologia dei Liquid Mirror Telescopes. Collabora con la University of British Columbia, con Vancouver in Canada e con l’Osservatorio Astronomico di Milano – Brera. Dal 1999 è il Conservatore del Civico Planetario “U. Hoepli” di Milano e si occupa della conduzione scientifica dell’Istituto; svolge inoltre attività divulgativa attraverso conferenze e iniziative dedicate a far conoscere l’Astronomia al pubblico.

RICCARDO SINIGALLIA tra il 1988 e il 1994 forgia la sua passione con la prima band, i 6 suoi ex prima di inaugurare una lunga collaborazione con Niccoló Fabi, (arrangiando i primi 2 album “Il giardiniere” e “Niccoló Fabi”). Seguono co-produzioni con Max Gazzè (“La favola di Adamo ed Eva”) e collaborazioni con Frankie Hi-Nrg Mc. Alternando la passione per la macchina da presa alla sala di registrazione, lavora 360° con i Tiromancino; nel “La descrizione di un attimo” firma con il gruppo la produzione e tutte le canzoni compresa “Due destini” (inserita nell’O.S.T. de Le fate ignoranti). Nel 2001 da alle stampe il primo lavoro da solista – “Riccardo Sinigallia” (che viene spesso inserito dalla critica specializzata nelle classifiche dei migliori dischi italiani di questi anni) al quale segue a tre anni di distanza “Incontri a metà strada”, l’album con cui riesce a crearsi un proprio spazio nel panorama della canzone d’autore. La trilogia si è chiusa nel 2014 con “Per Tutti”, l’album dal quale è tratto “Prima di andare via” presentato a Sanremo.

Link:
www.deproducers.it
www.youtube.com/user/deproducerstv/videos

https://twitter.com/iDeproducers
www.facebook.com/deproducers

ACQUISTO BIGLIETTI

www.pointticket.it
www.ticketone.it

TEATRO COMUNALE LEA PADOVANI
COMUNE DI MONTALTO DI CASTRO
INFO
ASSESSORATO CULTURA E TURISMO TEL. 0766.870115
PUNTO INFORMAZIONE TURISTICA (CENTRO SERVIZI
VIA TEVERE) TEL. 0766.802981 | WWW.VULCIFESTIVAL.COM

Biglietti:intero 10€ | ridotto 8€

20140810-160347-57827519.jpg



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines