Magazine Maternità

Merry Kissmas

Da Sfollicolatamente
Certo che non scrivo mai, e poi mi ritrovo qui, rifugiata nella mia camera bunker a scrivere proprio il giorno di Natale...dico camera bunker perche' e' il mio rifugio inespugnabile che mi sono difesa e protetta dalle invasioni britanniche: mamma e due fratelli di DH, tutti qui da noi a festeggiare il Natale, ma io la mia camera non la mollo: eh sai, il bambino...dorme con me, abbiamo il fasciatoio in camera, come facciamo a spostare tutto di la? no no no.
Fatto sta che la mia privacy e' gia' belle che stata violata da un DH che alle ore otto e zero minuti di stamattina bussa alla nostra porta, tutto gasato, con Picca dietro di lui gia' tutta impiastrata di cioccolato.
Perche' lei era stata svegliata gia' alle 7:30 da DH, e ancora sonnacchiosa e intontita aveva gia' aperto i regali. Cioe' io oltre ad esser stata buttata giu' dal letto a orari disumani (?!?), mi son pure persa l'apertura dei regali. Gia' che c'era, DH poteva anche farglieli aprire alle 6:30, no, quando s'e' svegliato e ha sbattuto tutte le porte e ha fatto entrare Tigro - eh ma aveva freddo poverino. Eh stica', lui e' un Maine Coon con tre strati di pelo e le zampe palmate per stare nella neve, mentre io stanotte ho dato la tetta a Jonny a mezzanotte, poi alle tre e poi anche alle quattro, nevvero.
Comunque DH era sveglio a quell'ora per una buona causa: s'e' messo in mente di fare un banchetto in pieno stile medievale con tanto di bestie a matrioska: un'oca con dentro un tacchino con dentro un fagiano O_o Il tutto per un totale di 7,5 Kg di bestia. E pare ci vogliano altrettante ore per cuocerla, la bestia. Ergo il suo essere sveglio alle 6:30 pronto ad accozzare insieme pentolame vario.
Ieri lui, la sua mamma e il suo fratello venuto da Berlino hanno gentilmente intimato a me, Picca e il fratello metrosexual venuto da New York di uscire dalla cucina e si son messi a infarcire e imbastire la bestia mitologica.
Con il mio kit di cucito. eeeeuuugh.
Poi, quando hanno finito, sono andata in cucina a farmi qualcosa da mangiare, magari un panino con il pane fatto in casa a cui ci siamo dimenticati di mettere il lievito, che e' venuto un pane azzimo buonissimo (Happy Hanukkah, by the way).
E li ho trovato lui, esso, IT: ho trovato una tazzina in frigo, con dentro...un cuore (ora non chiedetemi se fosse il cuore dell'oca, del tacchino o del fagiano...). Di fianco al mio tofu.
ah io sono vegetariana, ve l'ho detto?
Aiutoooooooooooooooooooooooooooooooo
Poi c'e' la faccenda di Gesu'Bambino.
Ieri sera, mettendo Picca a letto, mi son ricordata che dovevo raccontarle questa cosa dei regali che arrivano per magia. Lo so, sono in ritardissimo, sono una bestia.
Pero' con la Santa Lucia sono stata molto brava, giuro: le ho detto tutta la storiella in anticipo, abbiamo messo il mandarino e il bicchier d'acqua sotto l'albero, abbiamo fatto pure i biscotti eh.
Solo che per Natale non so, non avevo le idee molto chiare su cosa dire.
Quando ero piccola io, arrivava Gesu'Bambino. E compativo quei poveri illusi dei bambini che credevano al ciccione di rosso vestito. Una storiella che ha, francamente, dell'imbarazzante. Gesu'Bambino invece si, che ha una sua dignita'.
E allora ho detto a Picca di Gesu'Bambino. Non so come conciliero' questa cosa con il mio agnosticismo. ma la Picca ancora non sa dell'agnosticismo, quindi vabbe,
Allora, che Gesu'Bambino sia.
Solo che i regali erano gia' sotto l'albero dall'altro ieri: ce li aveva messi la british family, incurante di tradizioni e magie. E pure le calze ripiene di dolci
(oddio ma questi barbari non sanno che quelle sono per la Befana? e poi i barbari osano pure stupirsi quando dico loro della Santa Lucia martirizzata e accecata oppure della - civilissima e sofisticatissima - stregaccia a cavallo della scopa volante...ma come osano costoro?!)
Insomma, un casino.
Per cui appena mesa a letto Picca s'e' dovuta convocare una riunione familiare per pensare una storia coerente e verosimile da raccontare a Picca su come i regali si fossero materializzati prima dell'arrivo di Gesu'Bambino. E si e' convenuto che alcuni regali, quelli ancora nascosti e da incartare, li avrebbe portarti Gesu'Bambino, mentre gli altri sarebbero venuti dalla famiglia.
Poi ho preso i pacchetti appena incartati, che ormai non ci stavano piu' sotto l'albero, e ho fatto per strisciare in camera della Picca con l'intento di depositarli ai piedi del suo letto. E la Picca era sveglia - alle undiciemezza! - e mi ha semi-intravista. Cazzo (si puo' dire cazzo a Natale?)
Comunque i regali non li aveva visti, e quindi questa mattina se l'e' bevuta alla grande.
Si e' pure complimentata con Gesu' Bambino per come ha incartato bene i pacchettini.
Ora speriamo che non mi faccia domande su provenienza e significato ontologico della renna dal naso rosso raffigurata sulla sua maglietta natalizia, perche' sinceramente io sarei gia' abbastanza provata cosi. Thank you very much.
E insomma, quello che volevo veramente dirvi e' che al di la di renne, Gesu'Bambini, bestie mitologiche e invasioni britanniche, oggi e' un giorno speciale. E allora anche se non tutto vada come ce lo aspettavamo (come del resto la maggior parte delle cose belle, no?), nonostante tutto sia un continuo abbozzare, provando e riprovando, cercando di non farsi male o di pestare i piedi all'altro nel frattempo, e' bello essere tutti insieme. Anzi, e' proprio meraviglioso.
Lots of Love to everyone, Merry Kissmas


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog