Magazine Cultura

Metal italiano: The Wild Child su Rock Hard!

Creato il 17 dicembre 2012 da Lozirion

Metal italiano: The Wild Child su Rock Hard!
Ciao a tutti!
Si parla di metal oggi, e - come raramente succede - di metal italiano, più precisamente dei The Wild Child, band nata nel 2004 a Chiavenna e che ha già alle spalle un album di debutto ("In the next life") datato 2007 e un nuovissimo album omonimo che sta ricevendo apprezzamenti da diverse riviste dell'ambiente hard&heavy. L'ultimo di questi in ordine cronologico è anche uno dei più prestigiosi: la rivista Rock Hard ha infatti inserito la band all'interno dell'annuario del metal italiano 2012, almanacco delle uscite più interessanti dell'anno allegato al numero di dicembre del magazine:
Metal italiano: The Wild Child su Rock Hard!I The Wild Child sono Cristian Nava (voce e tastiere), Marco Gilardoni (chitarra ritmica e solista),  Paolo Gilardoni (basso), Mattia Ardenghi (chitarra ritmica) e Andrea Martocchi (batteria), cinque ragazzi con la passione del rock duro e del metal classico che, come spesso succede, muovono i primi passi come cover band dei gruppi pilastro del genere, dai Black Sabbath ai Judas Priest - giusto per citare due nomi da cui non si scappa in questi casi -, ma che in seguito decidono di scrivere canzoni proprie e tentare in un certo senso il tutto per tutto, perchè emergere di questi tempi è già difficile, e lo è ancora di più se si sceglie un genere musicale con decenni di storia alle spalle e migliaia di band con cui concorrere. Il coraggio viene premiato prima nel 2007 con "In the next life", album che apre la strada del gruppo verso un pubblico più ampio, e poi proprio quest'anno, con l'uscita di "The Wild Child", album della conferma, tecnicamente più maturo e omogeneo.
L'album è  fortemente legato alla tradizione del genere, ed è ricco di tutte quelle sonorità ruvide e potenti che lo caratterizzano da sempre, musicalmente niente di innovativo quindi, ma i pezzi sono tremendamente esplosivi, di quelli che fanno incessantemente battere il piede e fanno crescere i muscoli del collo a forza di headbagging, e già questo è un ottimo motivo per parlarne. A breve pubblicherò una recensione più approfondita del disco, ma nel frattempo segnatevi il nome dei The Wild Child, e se volete saperne di più, ascoltare qualche pezzo online o segnarvi qualche appuntamento live, in attesa della recensione qui sotto potete trovare tutti i riferimenti:
MySpace - http://www.myspace.com/thewildchildband
Facebook - http://www.facebook.com/pages/The-Wild-Child/46702569485
Ufficio Stampa e promozione ELFA Promotions - www.elfapromotions.com
ROCK ON!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines