Magazine Media e Comunicazione

Mischie in chiaro, il torneo più antico sulla tv più giovane (Corriere della Sera)

Creato il 28 gennaio 2014 da Nicoladki @NicolaRaiano
Mischie in chiaro, il torneo più antico sulla tv più giovane (Corriere della Sera)Rai, La7, Sky e da sabato Dmax. L`Italia è pronta (almeno si spera) a iniziare il suo quindicesimo Sei Nazioni e Dmax non vede l`ora di giocare il suo primo torneo. E` la novità televisiva della stagione e se per il momento riguarda solo il rugby, domani o dopo potrebbe riguardare molti altri sport perchè l`acquisizione dei diritti fino al 2017 del Sei Nazioni, un caso visto che nessuno l`aveva messo in preventivo, potrebbe essere solo l`inizio: Dmax significa infatti Discovery Communications, uno dei colossi televisivi mondiali, che ha appena acquisito il 51 per cento di Eurosport, cioè tennis, sport invernali, ciclismo e altro ancora. "L`intenzione è allargare quel campo di passioni maschili che conosciamo bene e sono un pò il nostro classico - spiega Marinella Soldi, ad di Discovery Italia -. I diritti del rugby erano sul mercato, abbiamo fatto la nostra offerta e ci siamo messi al lavoro".
Dmax trasmette in chiaro, sul canale 52 del digitale terrestre (e su Tvsat 28 e il canale 808 del satellite). Le partite del Sei Nazioni (tutte e 15, non solo quelle degli azzurri) saranno la prima esperienza di diretta sportiva, ma il canale si è già ritagliato un certo spazio: è il sesto più visto dal pubblico maschile e l`11° in assoluto (nel 2013). Fa l`1,5 per cento di share e ha un record di 750.000 stabilito con Dynamo, un programma di magia. La speranza, adesso, è crescere ancora. "La7 faceva circa 600.000 spettatori l`anno scorso con le partite dell`Italia in differita - racconta la Soldi -, l`obiettivo è andare oltre visto che siamo in diretta e in chiaro". Rispetto al rugby targato Sky, le novità riguardano soprattutto il pre e il dopo partita, perchè alle telecronache provvederanno ancora Vittorio Munari e Antonio Raimondi. "Non volevamo deludere i vecchi appassionati - continua la Soldi -, quindi per le partite siamo andati sul sicuro. Il nostro rugby sarà raccontato da addetti ai lavori (in studio e ci sarà Paul Griffen, 42 partite in nazionale, ma anche ospiti di diversa "estrazione" sportiva: sabato Flavia Pennetta). Abbiamo però voluto aggiungere qualcosa di nuovo, avvicinarci al rugby con un taglio più pop e così ad esempio è nato il Cacciatore di Tifosi, lo chef Rubio che recluta nuovi appassionati alle bocciofile e ai circoli del burraco. Il rugby è in crescita in Italia, ma non ha tradizione come nei paesi anglosassoni, per questo abbiamo pensato a approccio più giovane, più facile".
"Ci stiamo impegnando e abbiamo molta voglia di far bene - dice Munari, ex allenatore, dirigente di Treviso e raccontatore di partitr azzurre dal `91 -. Antonio (Raimondi) è venuto quì con me da Sky, che voglio ringraziare per gli anni passati. Partiamo per una nuova mischia con l`entusiasmo di sempre". E dovesse funzionare Dmax potrebbe rilanciare molto presto, proprio sul rugby: i diritti della Coppa del Mondo 2015 non sono ancora stati assegnati.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog