Magazine Cultura

Misfits, stagione 3

Creato il 21 agosto 2012 da Phoebes

Misfits, stagione 3

Misfits
← STAGIONE 2
STAGIONE 4 →

Voto: 6 e 1/2/10

Allora, chi l’ammazza l’assistente sociale?
Simon

(Episodio 7)

Serie creata da Howard Overman
con Iwan Rheon, Lauren Socha, Nathan Stewart-Jarrett, Antonia Thomas, Joseph Gilgun

Ecco qui, c’ho messo un po’, ma alla fine la recensione per la stagione 3 di Misfits è arrivata!

Nuovi poteri, nuovi amici, nuovi casini, nuovi omicidi…

Una stagione decisamente sottotono rispetto alle precedenti. L’assenza di Nathan si fa sentire, ma non è solo quello, le puntate sono semplicemente diventate un po’ noiose. Non mancano i momenti divertenti e interessanti, ma per la maggior parte sono appunto quello, momenti.

Avevamo lasciato i nostri in attesa di nuovi poteri e, non posso negarlo, era la cosa che mi incuriosiva di più. La stagione però inizia con un episodio 0 di 10 minuti che ci spiega come mai Nathan non ci sarà. La trovo una bellissima cosa: visto che il personaggio spariva per volontà dell’attore di abbandonare la serie, e non per esigenze di sceneggiatura, almeno ci hanno fatto vedere perché sparisce, invece di far iniziare la serie direttamente senza di lui affidando a qualche frase degli altri la spiegazione della sua assenza. Lo vediamo scemo come al solito giocare al casinò sfruttando il suo nuovo potere, quello di manipolare gli oggetti, per vincere ai dadi e assicurare un futuro a Nathan junior (il figlio della ragazza conosciuta al centro, nato se non ricordo male nell’episodio di Natale). Le cose gli vanno abbastanza bene, finché non realizza un sette. Con un dado solo. E viene arrestato. Prova a chiamare Simon (o Barry, come dice lui) con la telefonata di rito, ma al centro gli risponde uno sconosciuto, che alla domanda “Chi sei?” risponde “Sono quello nuovo”.Un mini-epispdio davvero carino, che allo stesso tempo saluta il personaggio uscente e ci presenta “quello nuovo”!E questo new guy, Rudy, non è male. Totalmente scemo, ma in maniera diversa da Nathan, quindi non ne sembra la copia, tanto che ho pensato fosse più Kelly che Rudy la vera sostituta di Nathan perché, specie nei primi episodi, è stata fantastica!!

In questa stagione viene inserito anche un altro personaggio: Seth, lo “spacciatore” di poteri che avevamo conosciuto verso la fine della scorsa stagione diventa un regular. Lui mi piace molto (e anche l’attore è davvero un sacco carino!), e sono stata contenta quando è diventato l’interesse sentimentale di Kelly, ma poi la loro storia ha cominciato a farsi un po’ pesante, e le parti con loro due le più noiose di vari episodi. Peccato!

Il primo episodio m’è piaciuto molto, con la scoperta a poco a poco dei loro nuovi poteri: Kelly è una scienziata aerospaziale, Simon vede nel futuro, Alisha può mettersi nei panni delle persone e vedere quello che vedono loro, Curtis può cambiare sesso e Rudy si sdoppia in due se stesso di cui uno sembra essere una sorta di coscienza o di lato sensibile… Bellissimo il finale di questo episodio: i nostri tornano alle vecchie abitudini, ovvero seppellire cadaveri e lavorare ai servizi sociali!

Gli episodi successivi sono stati abbastanza carini. Nel secondo ci siamo concentrati sul nuovo potere di Curtis e questo ha permesso osservazioni interssanti anche se non originali (l’uomo che scopre quanto è difficile essere donna perché tutti ti guardano le tette, cercano di toccarti, eccetera). Molto bello il quarto episodio: un uomo ha il potere di viaggiare nel tempo e decide di utilizzarlo per andare ad uccidere Hitler, sennonché fallisce e perde il suo cellulare. Hitler lo trova, la Germania nazista fa improvvisi passi da gigante nella tecnologia e vince la guerra. Un episodio ucronico, quindi, in cui l’Inghilterra dei nostri giorni è sotto il dominio nazista. Superbo il finale: Kelly che prende a calci Hitler!

Le puntate successive le ho trovate abbastanza noiose. L’episodio 5 è rilevante in quanto muore l’assistente sociale, quello che era durato in assoluto di più (anche se già una volta l’avevano fatto fuori, ma poi Curtis col suo vecchio potere era tornato indietro) e anche il mio preferito, era troppo divertente! Prima dell’arrivo di un sostituto dobbiamo aspettare l’episodio 7, quello con gli zombie, nel complesso così così, ma con alcuni momenti davvero molto divertenti, e m’è piaciuto molto il finale con loro a bere guardando il lago e dicendo che si sono comportati come supereroi, una scena che richiama quella nella scorsa stagione in cui erano nella stessa posa ma vestiti da supereroi per Halloween. Comunque, giusto per la cronaca, la nuova assistente sociale non fa neanche in tempo ad entrare che viene morsa da una cheerleader zombie e loro sono costretti ad ucciderla!

E veniamo infine all’ottavo e ultimo episodio. L’idea di base dell’episodio è bella: un uomo ha il potere di parlare con gli spiriti dei defunti, e quando viene a fare una conferenza al Centro dove i nostri fanno i servizi sociali fa spuntare fuori i fantasmi di alcune nostre vecchie conoscenze! Rivediamo i primi due assistenti sociali, e la ragazza che manipolava le menti della fine della prima stagione. Il finale però non mi è piaciuto affatto. Da una parte c’è da dire che vengono spiegate tutte le cose lasciate in sospeso dalle precedenti stagioni riguardo al viaggio nel tempo di Simon, quindi almeno questo l’ho apprezzato, però non mi va proprio giù sta cosa che lui torna indietro nel tempo per salvate Alisha pur sapendo che nel futuro poi lei morirà di nuovo, quindi torna indietro e si fa ammazzare solo per stare… quanto? qualche mese? con lei. Kelly dice di trovarlo molto romantico, ma… bo!

Insomma, non male questa stagione, ma non mi è piaciuta come le precedenti. L’entusiasmo per i nuovi poteri scema ben presto perché non vengono usati quasi mai e le storie d’amore, che pure trovavo intriganti, si risolvono spesso in scene noiose. La prossima stagione la guarderò sicuramente perché sono curiosa, e poi comunque sono solitamente pochi episodi, ma gli sceneggiatori dovranno veramente uscirsene con qualcosa di straordinario per risollevare la serie! Tanto più che nella quarta stagione non avremo più né Alisha, né Simon, e pare neanche Kelly (l’attrice era stata confermata, ma poi è stata arrestata e pare dovrà farsi tipo sei mesi di prigione!)… praticamente del gruppo originale è rimasto soltanto Curtis!

Informazioni sul telefilm

Attori principali: Iwan Rheon (Simon Bellamy), Lauren Socha (Kelly Bailey), Nathan Stewart-Jarrett (Curtis Donovan), Antonia Thomas (Alisha Bailey), Joseph Gilgun (Rudy Wade)

Guest Star: Gwyneth Keyworth (Marnie), Kehinde Fadipe (Curtis/Melissa), Craig Parkinson (Shaun), Matthew McNulty (Seth), Alex Reid (Sally), Jessica Brown Findlay (Rachel), Danny Sapani (Tony Morecombe)

Sito ufficiale

Un po’ di frasi

— Gli fracassiamo il cranio per distruggergli il cervello.— E’ tanta gente da uccidere. Perfino per noi.Simon e Curtis
(Episodio 7)Non è colpa nostra. Noi siamo nel posto sbagliato al momento sbagliato. Un sacco.Rudy
(Episodio 7)

Argomenti


frasi da telefilm, Misfits, voto telefilm 6 e 1/2

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines