Magazine Diario personale

Monello...conservatore

Creato il 12 settembre 2012 da Maris

Cara Lilli,

mi sono resa conto di non aver speso molte parole negli scorsi post per il mio monello che più monello non si può. Rimedio subito.

Sai cosa è capitato ultimamente spesso e volentieri? Vedi il suddetto monello girare per casa col suo amato ciuccio in bocca, poi dopo un pò ti ripassa davanti e noti che il ciuccio non c'è più.

Poco male, meglio così, pensi tu. Si, perchè a ben vedere è giunta l'ora di cominciare ad eliminare questo "aggeggio" che pure tanto ti ha aiutato facendo letteralmente da "tappo" quando lui per i più svariati motivi strepitava e piangeva con tutte le forze, specie a casa di estranei, nei negozi o peggio ancora negli uffici pubblici.

Però poi arriva l'ora della nanna e il monello cerca il "tappino gommoso" per abbandonarsi al sonno oppure anche capita che lo vedi mentre sta mordendo e succhiando (e rovinando) qualsiasi cosa gli capiti a tiro (dai propri vestiti ai vestiti degli altri, dalla tappezzeria del divano alla tenda della doccia, e via discorrendo...) e allora pensi "Ma dov'è il ciucciotto? Magari ancora un pò glielo diamo, su..."

Ok, discorso forse non proprio saggio o educativamente corretto, va beh...ma in ogni caso: me la voglio piangere io e la mia coscienza di madre degenere (!!!)...se solo lo trovassi, quel benedetto ciuccio!! Si, Lilli, perchè quando serve e soprattutto se serve con una certa urgenza non lo si trova mai! O dovrei parlare al plurale, perchè i ciucci attualmente in attività sono due, più un terzo praticamente quasi intonso, di scorta.

Il quasi sta ad indicare che qualche volta, dopo ricerche vane in tutta la casa, (sotto il divano, sotto il tavolo, sotto il box, sotto letti e culle varie...) sono ricorsa appunto al terzo ciuccio, per tamponare la situazione.

Poi capita che all'improvviso uno dei ciucci che tanto ho cercato riappaia in bocca o in mano al monello, magicamente. E io che non mi capacito!!

Ecco però che poi si svela l'arcano, perchè capita anche che io vada ad aprire uno dei cassetti dell'armadio verdino in camera della monella e che cosa spunta tra le t-shirt? Un ciuccio! Ecco dove lo aveva nascosto!

E così ora ogni volta che non si trova un ciuccio vado spedita ad aprire i vari cassetti alla portata del monello, che siano quelli dell'armadio già citato o che siano quelli in cucina o quelli della scrivania del computer, e puntualmente da uno sbuca fuori l'osso....pardon! Il ciuccio :-) 

Eh si, perchè questa cosa che fa il monello mi sa tanto di cagnesco (o di canino) ...tipo cane che sotterra l'osso, insomma!

Il mio monello è proprio un conservatore, non ti pare Lilli? Mette al sicuro il suo tesoro e lo recupera all'occorrenza ;-)

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine