Magazine

Moseek, ad X-Factor 9 impazza il gruppo della rossa Elisa: chi sono i tre ragazzi nella categoria di Fedez

Creato il 19 novembre 2015 da Rodolfo Monacelli @CorrettaInforma

La sfida di X-Factor 9 diventa sempre più avvincente e, tra i favoriti alla vittoria finale, spiccano i Moseek, gruppo in gara per la categoria di Fedez.

moseek

Prosegue a gonfie vele l’avventura dei Moseek all’interno del talent X-Factor. Giunto alla nona stagione, il programma in onda ogni giovedì sera sul canale Sky Uno, si pone come obiettivo quello di reclutare quanti più talenti possibili per poi decretare il vincitore assoluto che si aggiudicherà così il premio finale. Tanti gli artisti italiani passati sul palco del format ideato da Simon Cowell, a cominciare da Giusy Ferreri, Marco Mengoni, passando per Noemi, Chiara Galiazzo e Lorenzo Fragola. A livello internazionale poi, proprio da X-Factor sono partite le fortunate carriere artistiche di Leona Lewis e dei One Direction, boy band idolatrata dalle teenagers di tutto il mondo. Quest’anno, ad esprimere il proprio parere sui talenti in gara, è la giuria composta da Fedez, Elio e dalla coppia d’oro MikaSkin, quest’ultima fresca di nuove pubblicazioni con la storica rock band Skunk Anansie.

Moseek, dalla provincia di Roma ai riflettori dell’X-Factor Arena

Dopo mesi di trepidante attesa, dal 10 settembre i fan di X-Factor hanno potuto occupare i propri giovedì sera con divano, pop-corn e paletta, immedesimandosi nel ruolo di giudice del talent. Da quando esistono i social poi, l’esperienza diventa ancora più avvincente per quanto risulti aperta la possibilità di confrontarsi con emeriti sconosciuti riguardo alla riuscita o meno di un esibizione live. Allo stesso modo, con lo scorrere delle puntate, crescono anche le preferenze personali e dunque il tifo che ne segue nei confronti dei talenti in gara. Ad oggi, troviamo ancora in gara Luca e Leonardo (categoria Under Uomini) Enrica (Under Donne) Moseek, Landlords e Urban Strangers (Gruppi/Band) ed infine Davide e Giosada (Over). Analizzando questi dati, salta subito all’occhio l’abbondanza di concorrenti ancora in gara per quanto riguarda la realtà delle band, categoria guidata dal giudice Fedez. Il rapper lombardo si è dimostrato perfettamente all’altezza del proprio compito, affidando ai propri talenti brani capaci di risaltarne le virtù vocali ed artistiche. Tre gruppi totalmente differenti tra di loro ma ugualmente pronti per portare in giro la propria musica, indipendentemente dal risultato finale. E se mentre nelle prime ore di messa in onda, gran parte del pubblico di X-Factor 9 avrebbe scommesso a mani basse sulla vittoria degli Urban Strangers, da un paio di puntate sono stati tre ragazzi della provincia di Roma a spiccare tra i performer del programma. Parliamo dei Moseek, nome d’arte che identifica i suoi tre componenti, Elisa, Davide e Fabio. Apparentemente diversi tra loro, sin dalle audizioni sono risultati perfettamente a proprio agio sul palco, alternandosi nell’approccio strumentale dei brani presentati. I loro miti? Tutti quegli artisti che con i loro concerti riescono a mettere su dei veri e propri spettacoli. E questo risulta evidente a chiunque veda esibirsi i Moseek, un trio eccezionale ricco di carisma e poliedricità. Elisa, la donna del gruppo, risulta a primo impatto la personalità più decisa, non a caso durante l’intervista di presentazione riesce a trovare il suo miglior pregio ed il peggior difetto in un’unica parola, la caparbietà. Nei primi tempi solo il giudice Mika risultava un po’ restìo dall’esaltare le qualità artistiche dei tre musicisti, da circa un paio di puntate invece, il giudizio del cantautore anglo-libanese risulta totalmente cambiato, in positivo ovviamente. La canzone che mette d’accordo Elisa, Davide e Fabio è Set of Fire dei King of Lions, mentre, il pezzo che sperano di non dover mai eseguire è Ti sposerò perché di Eros Ramazzotti. Il “rastaman” Fabio ed il suo compare Davide, sono nati e vissuti ad Aprilia, Elisa invece a pochi km di distanza da loro, a Velletri. Chissà se nel 2010, anno in cui i Moseek sono nati come gruppo, avrebbero mai immaginato di lasciare la realtà di provincia per ritrovarsi sotto i riflettori dell’X-Factor Arena. Il risultato di questo salto dal trampolino è dei migliori e risulta semplice pronosticare per la band quantomeno la finalissima del talent targato Sky.

moseek

Ecco chi sono Elisa, Davide e Fabio: curiosità e aneddoti del gruppo guidato da Fedez

Arrivati per la prima volta di fronte ai giudici di X-Factor con il brano Small Town Boy, andiamo a scoprire chi sono i Moseek. Elisa, unica donna del gruppo, racconta alcune curiosità sul suo trascorso artistico e sulle proprie preferenze in ambito musicale. Nata a Velletri nel 1984, spicca tra tutti i concorrenti di X-Factor 9 per i propri capelli rossi e per la propria disinvoltura nello stare di fronte alle telecamere. Totalmente autoironica e con una voce potente, ricorda Florence Welch per la carica con cui mette in scena ciascun live dei Moosek. Ama il vintage e frugare nei mercatini per scoprire abiti sui quali intervenire con aghi e stoffa.  Il suo primo cd è stato un vinile di Cristina d’Avena, genere ormai lontano dalle attitudini musicali di adesso. Cosa non sopporta? “Perdere tempo, le chiacchiere a vanvera e la gelosia”. Dovesse scegliere una frase, un libro, una canzone ed un film che la rispecchino sarebbero: “Capoccia che non parla se chiama cocozza” (dialetto velletrano) Itaca per sempre di Luigi Malerba per la letteratura, We are the world per quanto riguarda la musica ed infine Santa Maradona per la parte cinematografica. I propri cavalli di battaglia sono Il cielo in una stanza e Gong, mentre le cinque canzoni più importanti per lei sono Shake it out dei Florence and The Machine, We are the world, Plug in baby dei Muse, Wish you were here degli Incubus e Un uomo di Eugenio Finardi. Spostandoci verso l’universo maschile del gruppo di X-Factor, troviamo Davide e Fabio.  Apparentemente timido il primo, rastaman calmo e latin lover il secondo, entrambi sono nati nella provincia di Roma, ad Aprilia. Davide è nato nell’87, ama cucinare (e mangiare) e si mantiene in forma andando in bicicletta. Si dice superstizioso, a tal punto da indossare le stesse mutande ad ogni live. Il suo motto è “chi propone, fa” e rivede il proprio cavallo di battaglia ne L’ombelico del mondo di Jovanotti e Killing in the name by Rage against the machine. Cinque canzoni importanti per Davide sono invece Never let me go (Florence and the machine) We will rock you (Queen) Hey Jude (Beatles) Smalltown boy (Bronsky Beat) ed una qualsiasi dei Led Zeppelin. Fabio è invece il più piccolo dei Moosek, classe ’89, ama tenersi in forma nuotando e andando in palestra. Si definisce innamorato, e se dovesse scegliere una frase, una canzone, un libro ed un film con cui si sente rappresentato, direbbe “Il bello della musica è che quando ti colpisce non provi dolore”, aforisma di Bob Marley, Novecento di Baricco, Al di là dei sogni con Robbie Williams e Sweet child o’mine per la parte musicale. Anche a lui è stato richiesto di scegliere cinque canzoni per presentarsi, così Fabio ha elencato One Love di Bob Marley, Halleluja di Jeff Buckley, La cura di Battiato, Hey Jude dei Beatles e Strade Inquiete degli Otto Ohm.

Di seguito il video di Pills, singolo contenuto nell’album d’esordio dei Moseek, Yes, week-end


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :