Magazine Società

Mr C is the new Mr B

Creato il 03 febbraio 2011 da Lacocchi @laCocchi
Basta, dovete smetterla di parlare di Mr B e dei suoi festini a luci rosse ad Arcore, con annesso bunga bunga e Fede tutto nudo che balla con Lele Mora.
E quindi per fare in modo di distrarvi da Mr B, o culo flaccido che dir si voglia, vi parlerò di un altro Mr.
Un Mr che non organizza festini a luci rosse, ma organizza visite a sorpresa per controllare che noi tutti poveri lavoratori indossiamo le scarpe giuste dietro al bancone.
Che non organizza serate karaoke e bunga bunga, ma traslochi per le sue adorate figlie al pub di sabato mattina, giusto ad ora di pranzo quando il pub si riempie.
Che non mangia mentine prima di andare a letto, ma "cioccolata calda, non troppo calda però".
Insomma, dovete cominciare a parlare anche voi di Mr C, ovvero il capo dei capi della catena dei pubs per cui lavoro io.
Io e molti altri poveracci, costretti ad indossare polo colorate taglia XL, che, secondo la mente diabolica di Mr C, dovrebbero essere "sempre perfettamente stirate e inamidate". 
Ma l'importante è crederci, Mr C.
Mister C avrà una cinquantina d'anni, forse un po' di più. E' inglese che più di così non si può, ed è geloso possessore di una faccia da culo che erano anni che non ne vedevo una così.
E' marito di una bionda inglese con puzza sotto il naso che fa l'arredatrice dei suoi pubs e quindi shopping ogni giorno, e padre di tre belle ragazze posh e viziatelle con dei nomi assurdi, tipo Coco, India e Montana.
E per fortuna si è fermato li, che sennò la quarta la chiamava, che ne so, Nebraska.
Mr C è pieno di soldi. Soldi a palate. Ha appena venduto la sua catena di pubs ad un'altra potente catena di pubs inglesi, per soli 60 milioni di sterline. Capito, 60 milioni di sterline.
Mi domando Ruby cosa stia ancora facendo in Italia. Il nuovo Papi di tutte noi risiede a Londra, e risponde al nome di Mr C.
A lui piace fare il supergiovane, vive in stretto contatto con la sindrome di Peter Pan: Converse nere, jeans, camiciola fashion, BMW super giovane parcheggiata davanti al pub. Che noi, dal bar, dato che non abbiamo mai un cazzo da fare, dobbiamo anche controllare che non gli diano la multa.
Che poi ce la scala dalle mance, sennò.
Mr C a mio parere è pure un grande stronzo.
Nel nostro pub non esiste il bagno per gli handicappati. O meglio, esiste, ma è assolutamente irraggiungibile.
Perchè lui, maniaco dei soldi, ha piazzato davanti alla porta un tavolo per quattro persone, e ha fatto costruire il bagno nell'anfratto più anfrattato di tutto il locale.
"Il bagno è giù dalle scale" mi ritrovo a dire a delle povere vecchine tremolanti ogni tanto.
Sentendomi male, sai se mi cascano giù dalle scale?
Ma nel frattempo, Mr C è contento perchè quattro allegre persone stanno mangiando davanti al bagno degli handicappati. Mentre la signora anziana mi ruzzola giù dalle scale.
E il nostro cliente fisso in carrozzella beve pinte su pinte di Guinness senza poter mai fare pipì.
A lui non va che i suoi dipendenti facciano pause. Lui ci fa lavorare anche 8 ore senza una pausa, ma nel suo libretto di training allo staff, dice che sorridere sempre è fondamentale.
Io vorrei vedere lui, con quella faccia da culo, stare li a sentire "Can I please get?" e correre in giro per il pub, e recuperare ghiaccio, e spillare birra  per 8 ore filate senza una pausa.
Oh, Mr C, non vuoi più sorridere ora?
Mr C ha 3 assistenti. Secondo me in realtà sono di più, ma il numero massimo di assistenti raggiunte in una giornata al suo cospetto è stato 3: una scriveva quello che lui dettava, un'altra gli portava il vestito direttamente dalla sartoria, la terza nel frattempo telefonava. E chiedeva cappuccini per Mr C.
L'assistente uno diceva solo "Si, Mr C", l'assistente due manco parlava, gli metteva a posto la giacca e gli toglieva i cartellini dai pantaloni, l'assistente tre annuiva con la testa.
In tutto ciò, lui faceva il simpaticone con noi povere bariste: "Ehi, ragazze, non guardatemi, mi devo cambiare" "Ahaha, non state guardando, vero?" 
Se cercavate un culo flaccido numero 2, l'avete trovato.
E io non stavo nemmeno guardando.
Appena arrivati al pub, c'è la giornata di training. Perchè Mr C vuole che tu comprenda quanto sei fortunato a lavorare per la sua catena di pubs. Che mica sei con un poveraccio in un pub squallidissimo qualsiasi, tu lavori per lui.
Non ti senti fortunato? Io a volte mica tanto. Forse è perchè non ho fatto la giornata di training. Ma non diteglielo, a Mr C.
Alla famosa giornata di training, ti danno un librettino magico, dove troverai scritti i doveri e i (diritti) del lavoratore.
Il librettino deve averlo scritto lui. Voglio dire, deve averlo dettato lui ad una delle sue assistenti.
Sembra scritto da uno di quei guru americani che fanno le riunioni dove ci sono i palloncini che cadono dal cielo, la gente che urla "Si, lavoro per Mr C!" e poi tutti che si abbracciano per l'emozione della cosa.
Mr C crede nei valori: l'entusiasmo (in pratica, devi sempre essere contentissima e felicissima e entusiasta di servire anche il più stronzo dei clienti), il fattore WOW! che a me è ancora sconosciuto, e la personalità.
Solo che la tua personalità non deve essere troppo forte, eh: se hai tatuaggi, nascondili! Se hai i capelli lunghi, raccoglili! Se hai la barba lunga, tagliala! Se la tua maglietta non è stirata, vergognati! Se sei in ritardo, non va bene! Se non indossi scarpe nere, ahi ahi ahi! Se non indossi pantaloni scuri, pofferbacco!
L'altra sera ero ubriaca al pub. Non lavoravo eh, bevevo allegramente. E al pub c'era lui, Mr C.
Sarà stato il tasso alcolico, le visioni alcoliche, i fumi dell'alcool, insomma l'alcool, ma ho notato che Mr C, con Converse, camiciola bianca, bicchiere in mano, mi somiglia a Ed. Ed, che "lavoro qui perchè sono buon amico di Mr C." 
La somiglianza è incredibile, ora che ci penso da sobria.
Che sia scandalo al pub? Un po' come Mr B al compleanno della Noemi, che secondo me è troppo sua figlia?
Insomma, Mr C è il nuovo papi made in Uk.
Magari se glieli chiedo mi da 5 milioni di sterline. Un po' come Ruby e Mr B.
Però niente bunga bunga ne festini hard. Non ci pensare nemmeno, Mr C.
Al massimo ti faccio un cappuccino.
Con dentro qualche goccia di Guttalax.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine