Magazine Cinema

Nastro D’Argento Speciale a Gianfranco Rosi

Creato il 16 febbraio 2016 da Af68 @AntonioFalcone1
Gianfranco Rosi (cinematografo.it)

Gianfranco Rosi (cinematografo.it)

In attesa che giovedì prossimo, 18 febbraio, ad una settimana dalla premiazione, venga annunciata la cinquina finalista e i vincitori di altri premi speciali sulla base dei 40 documentari scelti dalla Giuria dei Giornalisti Cinematografici all’interno degli 87 titoli usciti nell’anno solare (documentari presentati nei Festival e poi distribuiti in sala o in dvd e sul web o trasmessi da una rete televisiva), gli aderenti al SNGCI hanno deciso di anticipare ad oggi, martedì 16 febbraio, la notizia che il Nastro d’Argento Speciale, Sezione Documentari, sarà conferito a Gianfranco Rosi la sera del 25 febbraio presso la Casa del Cinema di Roma per il suo recente lavoro Fuocoammare, in Concorso alla 65ma Berlinale, tuttora in corso di svolgimento.
Il motivo dell’anticipazione risiede nel’idea che il Nastro, il secondo conseguito da Rosi dopo Sacro Gra, possa rappresentare un invito in più ad andare a vedere il film, così da confrontarsi con un’opera, da dopodomani nelle sale, che ci consegna una pagina di grande cinema civile nel segno della solidarietà, oltre l’indifferenza che, sulla tragedia dei migranti, neanche il più militante giornalismo d’inchiesta è riuscito ancora a sconfiggere.

fuocoammare
“Grande cinema, con un effetto di denuncia potente che richiama i Governi del mondo a responsabilità colpevoli e ormai indilazionabili”, così recita infatti la motivazione del premio; con Fuocoammare, Rosi è autore di un film – sostiene il SNGCI- che rappresenta un caso due volte speciale: per l’alta qualità narrativa, non c’è dubbio, ma soprattutto per il modo in cui mette il cinema al servizio di una denuncia d’attualità, sul tema delle migrazioni, mai tanto determinata.
Con questo film, che affida la sua forza non solo narrativa alla rappresentazione più diretta della realtà, senza nessuna concessione retorica, Rosi riesce a mostrare agli spettatori, rendendoli partecipi di una tragedia mondiale, quello che l’occhio pigro del mondo continua a non vedere, lasciando all’Italia e ad un lembo di terra abitato da gente speciale come i lampedusani, la responsabilità di gestire il dramma di un Olocausto contemporaneo senza precedenti. Tra le altre anticipazioni rilasciate dal SNGCI, l’assegnazione dei Premi speciali dei 70 anni del Sindacato e dei Nastri d’Argento ad Antonietta De Lillo e Gianfranco Pannone per il loro impegno nel cinema del reale con le loro ultime realizzazioni, rispettivamente Oggi insieme, domani anche e L’esercito più piccolo del mondo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog