Magazine Famiglia

Nella notte

Da Stefanod
Undici e mezzo di ieri sera. In sala con il portatile sto riguardando un documento per una riunione di oggi. A un certo punto sento dei passi sulle scale e dopo qualche secondo Sofia fa la sua comparsa sulla porta; assonnatissima, quasi confusa. La invito a venire da me, lei a passetti stanchi si porta sino al divano e mi sale in braccio. Io ero seduto sul divano, lei mi ha abbracciato, a cavalcioni petto contro petto, mi ha dato un bacio, mi ha messo la testa sulla spalla, mi ha detto fra il sussurrato e il biascicato "papà...sai una cosa?...ti voglio bene", poi si è addormentata. In pochi istanti era già tornata nel sonno profondo.
Non l'ho riportata subito nel suo letto. Invece mi sono soffermato ad assorbire tutte le sensazioni. Nel suo abbraccio e nel suo sonno tutta la tranquillità del sentirsi protetta e sicura fra le mie braccia. E in quella sicurezza e in quell'affetto io ho sentito l'essenza dell'essere padre.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines