Magazine Tecnologia

NO iOS Zone: Quando il Wifi manda in tilt l’iPhone

Creato il 23 aprile 2015 da Redazioneatv @appletvblack
NO iOS Zone: Quando il Wifi manda in tilt l’iPhone

Tramite il Blog ufficiale di Skycure siamo venuti a conoscenza di una notizia che non vi farà fare salti di gioia se possedete un iPhone o iPad con iOS 8 installato.

iPhone in pericolo: Attenzione alle reti Wifi aperte

Pare che il sistema operativo sia affetto da un bug che permette ad un malintenzionato di effettuare un attacco DoS sui dispositivi connessi ad una rete Wifi e quindi infettarli. Quanti di voi ricorrete spesso a connessioni Wifi aperte? A volte capita di girare per le strade e ritrovarsi connessioni prive di password e quindi come dice il detto cogliere l'attimo fuggente ma quell'attimo può essere fatale per il vostro dispositivo.

Skycure (nota società specializzata in sicurezza mobile) ha affermato che la falla scoperta nel recente OS è in grado di mandare in titl l'intero sistema. Durante la conferenza RSA che si è tenuta a San Francisco, Adi Sharabani e Yair Amit hanno precisato che si tratta di un falla cosi importante e pericolosa da costringere Apple a collaborare con l'azienda Skycure per risolvere questa spiacevole situazione. Un consiglio che viene dato per non cadere nella rete di questo pericoloso ragno è di stare alla larga dalle connessioni Wifi aperte quindi non protette, perchè il fenomeno detto "No iOS Zone" potrebbe costarvi caro.

Una volta infettato il dispositivo potrebbe riavviarsi in maniera autonoma o crashare. Non vi sono attualmente patch o metodi che permettono di proteggersi da questi attacchi, se eviterete connessioni aperte potreste salvare il vostro dispositivo da fine certa. Spesso i "lestofanti" utilizzano questo trucco ossia di rendere disponibile la propria rete per danneggiare dispositivi mobile attraverso attacchi DoS. Skycure ha annunciato di essere al lavoro fianco a fianco con Cupertino per risolvere il problem ma nel frattempo cercate di essere il più prudenti possibili.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog