Magazine Cultura

Nobel per la Letteratura ad Alice Munro

Creato il 10 ottobre 2013 da Delpiera @PieraVincenti

munroAlice Munro, 82 anni, canadese, considerata la più grande scrittrice vivente di racconti. È lei la vincitrice del premio Nobel per la Letteratura del 2013. Una «maestra delle storie brevi contemporanee» ha spiegato l’Accademia Reale svedese proclamando la vittoria, conquistata grazie alla «sua narrazione finemente intonata, che si caratterizza per la chiarezza e il realismo psicologico». Alla scrittrice, oltre al prezioso riconoscimento, andranno anche 8 milioni di corone (pari a circa 900mila euro).

La Munro, già vincitrice per tre volte del Governor General’s Award, il principale premio letterario canadese, è nota anche in Italia per le sue numerose raccolte di Racconti, tra cui “Chi ti credi di essere”, “Segreti svelati”, “In fuga”.

L’Accademia Svedese non è riuscita a contattare la scrittrice per comunicarle l’assegnazione del Nobel e le ha lasciato un messaggio telefonico, al quale la Munro ha risposto attraverso il network canadese Cbc: «Sono stordita…Ho saputo solo ieri di essere in lista». Queste le prime parole dell’autrice, che ha ricevuto la notizia mentre in Canada erano le 4 di notte. «Ora spero ci sia più attenzione per gli scrittori canadesi», ha aggiunto la Munro.

Nata a Wingham, in Ontario, nel 1931, Alice è diventata famosa con il cognome del marito, James Munro, da cui ha divorziato nel 1972: prima di sposarsi si chiamava Laidlaw. Maestra del racconto, la Munro affronta i temi della quotidianità, soprattutto problemi delle ragazze durante l’adolescenza, il loro rapporto con la famiglia e con l’ambiente circostante, il matrimonio, il divorzio, la vecchiaia, la solitudine. Il suo stile intimo e delicato, attento all’introspezione e alla simbologia, si caratterizza per la raffinatezza formale e lo studio psicologico di personaggi e ambienti.

Dal 1901 ad oggi solo 13 donne hanno vinto il Nobel per la Letteratura, tra cui anche l’italiana Grazia Deledda nel 1928. Lo scorso anno fu il cinese Mo Yan ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento dell’Accademia delle scienze di Stoccolma.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • "Chi ti credi di essere?" di Alice Munro

    "Chi credi essere?" Alice Munro

    Prima di parlare di Chi ti credi di essere? di Alice Munro facciamo alcune brevissime annotazioni di carattere generale. La Munro è considerata una delle più... Leggere il seguito

    Da  Sulromanzo
    CULTURA, LIBRI
  • Festival Letteratura Milano

    Festival Letteratura Milano

    Nell’ambito del Festival della Letteratura di Milano ci sarà una presentazione dell’e-book Scrivere in Brianza alla Biblioteca Gallaratese mercoledì 5... Leggere il seguito

    Da  Cinzia Luigia Cavallaro
    CULTURA
  • letteratura per gli alberi...

    letteratura alberi...

    Prende il via la prima edizione del concorso letterario “Raccontare i Paduli” dedicato ai talenti narrativi che vogliano cimentarsi in un racconto ambientato... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA, LIBRI
  • Il testamento di Nobel [Faenza]

    testamento Nobel [Faenza]

    Senza essersi fatta prendere di sorpresa dal maltempo, immersa in un enorme scialle rosa, entra in stazione la lettrice; dalla borsa tira subito fuori Il... Leggere il seguito

    Da  Librimetro
    CULTURA, LIBRI
  • Letteratura di viaggio: Londra

    Letteratura viaggio: Londra

    When a man is tired of London, he is tired of life; for there is in London all that life can afford. - Samuel Johnson Antica eppure modernissima, tradizionalist... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, LIBRI
  • Quando nasce la letteratura

    Quello che sfugge, è che in una storia deve accadere qualcosa. Per questo si racconta: attorno al fuoco nella savana, o la sera a tavola, si usa la parola per... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, TALENTI
  • Lucca in letteratura IV

    Lucca letteratura

    Nell’ultimo best seller di Dan Brown, Inferno, la città di Lucca compare non solo come riferimento all’aeroporto di Tassignano nel capitolo 60 (il paese nel... Leggere il seguito

    Da  Marvigar4
    CULTURA