Magazine Diario personale

Non e' tutto uguale

Da Astonvilla
NON E' TUTTO UGUALE«Ha vinto il Sistema. Quello che ti fa scendere in piazza perché hai vinto tu, ma alla fine vince sempre lui… Il Sistema ha liquidato Berlusconi e deve presentare nuove facce per non essere travolto». L’ultimo monologo di Grillo, «L’Italia di Pisapippa», non rappresenta una novità. La novità è la reazione dei seguaci, che stavolta si sono ribellati al verbo qualunquista: per i suoi toni gratuitamente volgari («e se cominciassimo a chiamarti Beppe Grullo?», gli ha scritto uno), ma soprattutto perché «Pisapippa» lo hanno votato e tifato anche loro.
Mi rifiuto di credere che Grillo parli male del nuovo sindaco di Milano per invidia da soubrette. Ma mi chiedo e gli chiedo che senso abbia mettere sempre tutti sullo stesso piano, Bush e Obama, Borghezio e Vendola, Berlusconi e i critici di Berlusconi. Come se chiunque entri nel teatrone della politica senza il suo «placet» faccia automaticamente parte dell’Impero delle Multinazionali che affamano i popoli per ingrassare gli squali della finanza. Grillo riconoscerà che i suoi argomenti sono gli stessi che portarono i terroristi rossi a sparare, e a sparare proprio contro quei riformisti che il Sistema cercavano di cambiarlo nell’unico modo possibile: un po’ alla volta, dall’interno. Gli suggerisco di andarsi a leggere il più commovente discorso politico di tutti i tempi (almeno per me). Quello in cui Cavour sostiene che le comunità umane sopravvivono se sanno autoriformarsi di continuo nella libertà, rimanendo insensibili alla seduzione esercitata da due scorciatoie ingannevoli: conservazione e rivoluzione.

MASSIMO GRAMELLINI

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Non tutto è come sembra

    tutto come sembra

    Fu in una notte uggiosa e malinconica, che Biagio, il gallo della fattoria “La birolla”, raccontò una delle sue tante storie. Questa in particolare, però, era... Leggere il seguito

    Da  Parolesemplici
    TALENTI
  • Sei tutto e non sei niente

    Questa è una poesia alla quale tengo molto. L'ho scritta nel 2008 e mi è rimasta sempre molto cara. Buona lettura!SeiSei la vita.La brezza del mare ristoratore. Leggere il seguito

    Da  Kaosintesta
    TALENTI
  • Tutto è e tutto passa

    Tutto tutto passa

    Tutto è e tutto passa. Ed ho così dovuto rinunciare per educarmi all’autoconsolazione o scivolare sulla mia schiena per imparare i segreti... Leggere il seguito

    Da  Linda
    POESIE, TALENTI
  • Di tutto e di niente

    Lo ammetto, in questi piovosi giorni mi sto alquanto annoiando.Non guardo fuori dalla finestra, perchè la pioggia che cade mi fa solo venire ansia,... Leggere il seguito

    Da  Alice
    TALENTI
  • Non aver pazienza in tutto

    Cara Pediatra di GabiLe scrivo per farle presente alcuni punti importanti, su cui Lei non si é mai soffermata, ma che anzi, se n'è ben fregata! Leggere il seguito

    Da  Selena
    DIARIO PERSONALE, PER LEI
  • Di nulla e di tutto.

    Categoria Stopmaco Ogni tanto capita. Dovrei lavorare e invece scrivo. Dovrei perdermi tra ponti a idrogeno, anelli aromatici e strutture elettroniche, e... Leggere il seguito

    Da  Arturo Robertazzi - @artnite
    TALENTI
  • Tacito e il barbaro uguale a noi

    Tacito barbaro uguale

    Rubare, massacrare, rapinare, questo i Romani, con falso nome, chiamano impero e là dove hanno fatto il deserto, dicono d'aver portato la pace Che parole che... Leggere il seguito

    Da  Paciampi
    CULTURA, LIBRI

Dossier Paperblog