Magazine Italiani nel Mondo

Occhi tristi

Creato il 31 maggio 2010 da Astonvilla
OCCHI TRISTI
Sto partendo.
Il Terminal 3 dell’aeroporto José Martì mi accoglie come sempre. Mille pensieri si accalcano in questi momenti di cose tristi, di sensazioni che si teme di non provare più.
Al di là delle coppie allegre che ritornano in Italia portando con loro un bel ricordo che offrirà serenità e gioia quando ripenseranno a Cuba, gli altri passeggeri girano smarriti fra i punti di ristoro ed i duty free, alla ricerca di un intervallo che li faccia smettere di pensare alla novia lasciata qualche ora prima.
Chi più chi meno, ingannano se stessi, elaborando progetti che non realizzeranno mai.
Quanti pensieri si affardellano: il matrimonio, un investimento, una prossima vacanza…complice l’eterna colonna sonora che si trascinano dietro e che non smetterà di suonare l’allegra canzone di Cuba.
Anime in pena che terminano i loro dollari prima ancora di imbarcarsi, regalando tutto il possibile alla loro chica. A questo punto non è importante sapere se si tratti di una jinetera oppure di una chica buena. Sempre di amore si parla. Un amore sincero, da parte dell’uomo ferito nel profondo del suo cuore; un sentimento sconosciuto in Italia dove ci sono abitudini differenti, climi diversi, interessi beceri.
Aqui se appesta en la calle en manera clandestina, qui si scommette per la strada clandestinamente, com’è spesso clandestino l’amore per una Barbie dei tropici dal poco seno ma dal culo ben pronunciato.
Il ricordo di quello sguardo cubano, a volte languido a volte assassino, ci segue inesorabilmente anche dopo aver passato il controllo e ci rendiamo conto che ci seguirà per ogni dove, accompagnandoci gentilmente in modo costante.
A volte si rifarà vivo in maniera preponderante. Saranno quelli momenti di intensa malinconia dove ci porremo mille domande senza risposta.
A volte saranno latenti, acquietati solo dal nostro brutale tran tran italiano che sarà l’artefice dell’abbassamento dei nostri ricordi. Ma questi saranno sempre presenti.
Usciranno fuori nei momenti in cui il nostro subconscio sarà alla ricerca di un po’ di felicità. I più fortunati potranno collegarsi in internet e, forse, trovare la propria novia (caso rarissimo) e, di conseguenza, chattare con lei per scambiarsi dolci promesse d’amore.
Ma per i più, resterà solo un costoso telefono che spesso impatterà con ritmi cubani che non sono omogenei con la nostra realtà. Non sempre troverà la linea, non sempre si troverà, anche se apparentemente, il cubano passa ore e ore a casa a vedere il tempo scorrergli davanti.
Ma è solo un’impressione. La sua morosa, starà jineteando al Las Vegas o al Tunnel oppure al Brindisi, in compagnia di qualche italiano al quale chiederà 150$ per una notte di sesso frugaltropicale, quindi una caliente sveltina.
E’ differente la vita cubana e non ce ne vogliamo rendere conto. Viviamo nell’eterna illusione che tutto sia nostro…basta volerlo. Basta desiderare anche di finirla con i nostri occhi tristi che guardano dall’aereo il paesaggio della campagna cubana che fra poco sparirà dalla nostra vita, lasciandoci solo il cielo azzurro sopra le nuvole e qualche lacrima.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Con gli occhi del viaggiatore. Il Grand Tour, oggi

    occhi viaggiatore. Grand Tour, oggi

    Ieri sono andato a montare la mia mostra a Grottaferrata, nel Parco dei Castelli Romani, a due passi da Roma. Un luogo, i Castelli in generale, e Grottaferrata... Leggere il seguito

    Da  Kelidon
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE, VIAGGI
  • Guarda Bari con occhi diversi

    Guarda Bari occhi diversi

    Il Comune di Bari e l’associazione Said comunicano a L’Alternativa, noi pubblichiamo. Realizzata dalla Said – Associazione internazionale docenti con il... Leggere il seguito

    Da  Lalternativa
    ITALIA, SUD ITALIA & ISOLE, VIAGGI
  • Gli occhi di Penelope (3) – IL CONCERTO

    occhi Penelope CONCERTO

    IL CONCERTOUn giorno degli inizi di Dicembre 2008, dietro consiglio di un collega col quale credo di condividere un certo gusto per il buon cinema, decisi di... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • Gli occhi di Penelope (2) - IL RICCIO

    occhi Penelope RICCIO

    Il riccioregia di Mona Achache"Il riccio" è la trasposizione cinematografica che una regista esordiente, tale Mona Achache, fa di un romanzo che nel 2006 ha... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • Capire le DECISIONI guardando gli OCCHI!

    Capire DECISIONI guardando OCCHI!

    Quando si tratta di prendere decisioni il tempismo può essere fondamentale, ma spesso è utile ragionare su quanto si sta facendo. Considerate ad esempio una... Leggere il seguito

    Da  Psychomer
    PSICOLOGIA, SALUTE E BENESSERE
  • Aprite gli occhi

    Aprite occhi

    "Aprite gli occhi" è il titolo di un video girato da Stefano Pierpaoli, mio carissimo amico, compagno di svariate battaglie, una di queste è quella... Leggere il seguito

    Da  Blindsight
    DOCUMENTARIO, SOCIETÀ, SOLIDARIETÀ
  • Occhi blu...

    Occhi blu...

    Siamo in casa mia, sul letto, nude. Un mio braccio le cinge la vita, ha la pelle morbida, calda, ed il respiro è quello regolare del sonno, del riposo sfinito... Leggere il seguito

    Da  Dimasi
    DIARIO PERSONALE