Magazine Bellezza

Opi Blog Contest… Opinioni Personali.

Creato il 16 maggio 2011 da Cricricri
Ciao Ragazze!

Alcune di voi già sanno (sono ormai tre settimane e più che vi assillo con “ho messo lo smalto” … “mi si è scheggiato lo smalto”… “ho levato lo smalto” :P) insomma… anche io sto partecipando al 1° OPI Blog Contest.

Poiché si tratta di un concorso abbastanza “discusso”, per portare avanti il “principio di trasparenza” che da quasi un anno ormai anima (che ci crediate o meno) il mio blog, ho deciso di scrivere questo post.

Mi aspetto dei consensi e anche molte critiche, ma questa è la MIA opinione.

Ora, ovviamente Mr. Opi & Co. non si sono trasformati improvvisamente nei sostituti primaverili di Babbo Natale per bontà d’animo.

E’ palesemente ovvio che questo contest è una grandiosa operazione di marketing. Non facciamo finta di scendere giù dal pero con un enorme tonfo.

Comunque… questo contest, dicevo, è un’operazione di marketing su scala nazionale MA… è anche un’ottima opportunità per noi blogger per testare e recensire prodotti che, ad esempio personalmente, non avrei mai potuto comprare date le ristrette finanze di questo periodo.

Non è la prima volta che ricevo omaggi da un’azienda.

Accetto tutto da qualsiasi parte del mondo arrivi (mica son scema!) rifiuto solo omaggi per i quali in cambio è richiesta un’opinione per forza positiva oppure rifiuto gli omaggi delle aziende che, prima di farmi pubblicare la recensione sul blog, esigono un “diritto di approvazione” (ma figuriamoci, non sono mica qui a pettinare i ricci di mare!).

E non mi sembra questo il caso del Contest OPI.

Certo, il concorso è stato indetto e portato avanti con presupposti (a mio parere) un attimino “da rivedere” ma credo che anche Mr. OPI se ne sia ormai reso conto e spero che, se ci sarà un’altra occasione del genere, “correggerà il tiro” (da leggersi: stesura di un regolamento migliore).

Sinceramente, leggere sulla pagina facebook di OPI “ho ricevuto gli smalti ma non so come fare una recensione perché non ne ho mai fatta una, sono inesperta” fa cadere le balls anche a me… ma di brutto proprio con un tonfo del tipo frana nel Gran Canyon.

(Non commento la faccenda più del dovuto perché non voglio assolutamente che questo venga considerato “un attacco” alla ragazza in questione che, in fin dei conti ha solo sfruttato un’opportunità offertale…)

Mi spiego meglio, se il concorso fosse stato indetto per le you-tubbers io, che non ho mai fatto un video in vita mia, non avrei di certo inviato la mia richiesta di partecipazione MA se colpita da una noce di cocco in piana fronte avessi deciso di partecipare beh, secondo me sta a chi indice il concorso stabilire dei criteri un attimino più “rigidi” nella scelta delle partecipanti.

Se 25gg fa la mì nonna avesse aperto un blog, OPI avrebbe mandato smalti anche a lei?

Probabilmente sì.

Inizialmente la faccenda mi ha fatta un attimino inalberare.

Poi ho buttato 10 secondi per pensarci… in effetti nel regolamento non erano posti limiti alle partecipazioni.

Età del blog? NO

Numero di visualizzazioni? NO

Numero di iscrizioni? NO

La partecipazione, effettivamente, era aperta a tutte.

E a tutte fanno “gola” due smalti OPI.

Di conseguenza… tutte si sono iscritte.

Presumo, (anzi ne sono certa visto che è stato scritto palesemente sulla pagina facebook ufficiale di OPI) che nemmeno Mr. OPI si aspettasse una tale mole di partecipazioni.

Ma ormai il “danno” era fatto: cambiare il regolamento “in corsa” non si poteva, sarebbe stato poco credibile oltre che poco professionale perciò credo (suppongo!) che Mr. OPI si sia trovato nella condizione di dover (suo malgrado) accontentare tutte.

Anche le ragazze che all’apertura del contest avevano un blog da meno 10 giorni (si non ho sbagliato a scrivere… MENO dieci giorni, non ALMENO dieci giorni).

Ovviamente, non sto dicendo che io che ho un blog da un anno scrivo di conseguenza articoli migliori o più credibili di una ragazza che ha un blog da 3 giorni, assolutamente! Anche il mio blog “ha avuto tre giorni” e io sono sempre la stessa di allora e scrivo articoli con gli stessi criteri.

MA se una non ha mai scritto una recensione in vita sua, a mio parere (come del resto ho fatto io in prima persona a suo tempo) dovrebbe iniziare recensendo i prodotti che ha in casa piuttosto che partecipare ad un concorso!

Altra cosetta e poi concludo perché mi rendo conto che sono logorroica anche quando scrivo.

Di certo Mr. OPI ha tutta la responsabilità della stesura del regolamento “incriminato” ma, come in tutti i campi, sta anche alla coscienza e al buongusto delle persone decidere se partecipare o meno…

Mi spiego meglio con un esempio: Yamamay qualche mesetto fa ha indetto un concorso su facebook per trovare una modella “della porta accanto” per il catalogo estivo.

Io ho una taglia 42 ma madre natura non mi ha dotata di airbag prominenti e sono alta un metro e una banana… avrei potuto mandare la mia foto e partecipare al contest? SI.

L’ho fatto? NO. Chi ha orecchie per intendere intenda.

Questa è la mia opinione ma, detto ciò, l’aver scelto di mandare due prodotti a chiunque è un problema di Mr. OPI, non certo mio… è l’azienda che deve fare i suoi conti!

È una scelta, discutibile ma… chissenefrega?

(tutto attaccato perché rende maggiormente l’idea di menefreghismo).

Io i miei due prodotti li ho. Non mi è stato tolto nulla.

Io partecipo al contest e vado avanti per la mia strada.

Mi comporterò per questo concorso esattamente come ho sempre fatto.

Ricevo prodotti - provo e stra-provo prodotti - recensisco prodotti.

Ho un’opportunità su 600 di vincere il contest.

Ci spero? Certo che no! E’ un’utopia!

Ci provo? Certo che sì! Perché no?

Aspetto le vostre opinioni…

Un baciotto!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine