Magazine Cinema

Oscar 2014: l’Italia rappresentata da “La grande bellezza”

Creato il 25 settembre 2013 da Af68 @AntonioFalcone1

La Commissione di Selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Martha Capello, Liliana Cavani, Tilde Corsi, Caterina D’Amico, Piera Detassis, Andrea Occhipinti e Giulio Scarpati ha designato La grande bellezza di Paolo Sorrentino a rappresentare il cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese.

Toni Servillo

Toni Servillo

Una scelta a mio avviso felice, perché, come ho già scritto dopo aver visto il film, La grande bellezza rappresenta l’ulteriore affermazione di un autore capace d’imprimere alle sue opere un notevole fascino a livello visivo e che, pur fra qualche insistito estetismo ed una certa ridondanza verbale, in particolare a livello di citazioni letterarie (a volte troppo didascaliche), riesce a mettere in scena un’ “umana commedia”, la decadenza propria di una determinata classe intellettuale, rappresentata dal protagonista Jep Gambardella (Toni Servillo).
Un affresco a suo modo geniale e spietato, in un ipnotico susseguirsi di toni grotteschi, surreali ed intimisti.

Gli altri titoli in lizza erano: Midway tra la vita e la morte (John Real, nome d’arte di Giovanni Marzagalli); Miele (Valeria Golino); Razza bastarda (Alessandro Gassman); Salvo (Antonio Piazza e Fabio Grassadonia); Viaggio sola (Maria Sole Tognazzi) e Viva la libertà (Roberto Andò).
L’annuncio delle cinquine che parteciperanno al premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese sarà dato giovedì 16 gennaio 2014, mentre la cerimonia di assegnazione (86ma edizione) si svolgerà domenica 2 marzo 2014.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog