Magazine Cinema

Ozpetek tiene a battesimo il cinema turco in Italia

Creato il 22 settembre 2011 da Taxi Drivers @TaxiDriversRoma

Ozpetek tiene a battesimo il cinema turco in Italia

Cosmos di Reha Erdem

Si è tenuta ieri, alla Casa del Cinema, la conferenza stampa di presentazione di una nuova kermesse tutta dedicata al cinema turco. Tra i presenti Ferzan Özpetek, presidente onorario del festival e ponte tra la cultura cinematografica turca ed italiana, Sua Eccellenza l’ambasciatore turco in Italia Hakki Akil, Dino Gasperini Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico, infine gli attori turchi Cem Yilmaz e Sener Sener. Caterina D’Amico, presidente della Casa del Cinema, ha presentato l’iniziativa come parte di un progetto più ampio, che vedrà la Casa del Cinema ospitare una serie di rassegne cinematografiche dedicate a diversi Paesi europei e non , come la Russia,la Francia, la Svezia e l’Irlanda.

Lo scopo della manifestazione, che inizierà domani per terminare domenica 25 settembre, è quello di far conoscere agli italiani la Turchia e la sua cultura attraverso un mezzo potente come il cinema, capace di mostrarci lo sviluppo della società turca degli ultimi anni.

Durante la giornata di apertura (22 settembre) sarà proiettato il film campione di incassi in Turchia nel 2011, La Stagione di Caccia, scritto e diretto da Yavuz Turgul. Nei giorni successivi saranno proiettati tantissimi capolavori del cinema turco, raggruppati in quattro sezioni: “I Film dei Maestri”; “Arrivano con i film” sezione dedicata alla cinematografica turca più recente;  vedremo dalle esilaranti commedie nella sezione “Di cosa ridono i Turchi?”; infine tre film per la sezione “Opere Prime”. Saranno presentati anche dei cortometraggi e dei documentari. Il programma completo è disponibile cliccando sul sito www.filmfestivalturcodiroma.com.

Ozpetek tiene a battesimo il cinema turco in Italia
Scritto da il set 22 2011. Registrato sotto FESTIVAL. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog