Magazine Hobby

Parigi sotto attacco, il nemico è ormai tra di noi

Da Sabrina2007
Morire al ristorante o a un concerto per mano di ragazzi che qualcuno ha convinto che noi siamo gli infedeli e che meritiamo di essere uccisi. Ragazzi che forse sono arrivati da noi su un barcone, che forse sono stati soccorsi e accuditi, che forse cerchiamo di integrare facendoli sentire parte delle nostre cittadine. Sentendo le notizie e vedendo le immagini in televisione ho pianto per le vittime e per la stupidità di chi permette ad altri di armargli la mano facendogli gridare “Allah Akbar”Parigi sotto attacco, il nemico è ormai tra di noiSentire il coro dei tifosi che uscivano dallo stadio cantando "La Marsigliese" mi ha provocato delle diverse sensazioni, era la stessa immagine ma la recipivo in modo diverso. Ho visto l'esercito del popolo che vuole ribellarsi, ho visto un popolo pronto a sacrificarsi ma che non si arrenderà, ma ho visto anche un popolo che canta per darsi il coraggio di affrontare un esercito che è tra noi, nemici che non possiamo riconoscere perchè ormai sono francesi, italiani, inglesi, sono i nosti vicini di casa, sono ormai il nostro cavallo di Troia e sconfiggerli non sarà facile
 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines