Magazine Bambini

Passeggini: meglio il trio o il duo?

Da Cercapasseggini @cercapasseggini

Quella dei passeggini è letteralmente una giungla e alzi la mano la mamma che non ci si è mai persa. Il fatto è che ci sono troppi modelli, troppe tecnologie, troppe varianti e quando si pensa di sapere tutto, ecco che salta fuori qualche novità.
Insomma i genitori di ieri avranno avuto anche poca possibilità di scelta, ma in fondo erano più fortunati.
Oggi parliamo di trio o di duo. Quale è meglio scegliere?
Niente panico, quando parliamo di duo o di trio non ci riferiamo a nessun complesso musicale che rallegri i pomeriggi del vostro pargolo, quanto piuttosto a kit combinati per il trasporto del neonato.
Il duo è un combinato che conta la presenza di un telaio sul quale si potrà montare a piacimento la navetta e l’ovetto o a preferenza l’ovetto e il passeggino. Se invece parliamo di trio ci riferiamo ancora una volta ad un combinato composto da telaio e navetta, la carrozzina per intenderci, l’ovetto indispensabile per l’auto e il passeggino.
 

Detto questo il dubbio rimane: quale è la soluzione più azzeccata? La risposta forse deluderà, ma in fondo non esiste una scelta giusta e una scelta sbagliata: in verità esistono scelte che vanno bene per alcuni genitori e scelte che vanno bene per altri.
 

In linea di massima possiamo comunque affermare che la soluzione trio è la più gettonata in quanto da considerarsi la più economica. Il trio non di rado viene infatti usato fino ai primi tre anni di vita del bambino.
D’altronde in un solo colpo avrete a disposizione una navetta, l’ovetto e il passeggino.
La navetta è il primo vero mezzo di trasporto del bambino, nella quale il neonato potrà stare in posizione sdraiata e comoda: nel caso di genitori fortunati, il piccolo ci trascorrerà molte ore serene.
L’ovetto invece è ideale per il trasporto del bambino durante tragitti brevi: lo si monta sul telaio ed è capace di sostenere un peso massimo di 10 kg.
Infine il passeggino, il pezzo forte del trio, probabilmente quello che sfrutterete maggiormente. Il bambino lo potrà usare fin dal primo giorno di vita dato che potrà starci comodamente sdraiato o seduto, senza rischio che assuma pose sbagliate.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog