Magazine Cucina

Pasta alla Norma

Da Melazenzero
pasta alla Norma
C'era una volta, nel lontano 1920, un tale che si chiamava Musco Pandolfini, attore catanese che invitò a pranzo Nino Martoglio, commediografo. La signora Saridda D'Urso, moglie del Pandolfini, servì per l'occasione un piatto di pasta al pomodoro, accompagnato da melanzane fritte, basilico e abbondante ricotta salata.
La tradizione vuole che il Martoglio, avendo gradito il piatto, esclamò "Signora Saridda, chista è 'na vera Norma!"
Dal momento che i catanesi andavano già abbastanza fieri del loro conterraneo Vincenzo Bellini, già dal 1831 (anno del debutto della Norma di Bellini a teatro) usavano questa espressione per indicare qualcosa che fosse ineguagliabile, una "norma", una regola di perfezione.
[La cantante del debutto, per ironica coincidenza, si chiamava Giuditta Pasta!]
L'espressione di Martoglio quindi, nella sua ambiguità, celebra due passioni tutte siciliane: la cultura (musicale) e la buona tavola.
Da allora i catanesi hanno fatto loro questo piatto molto semplice, e conosciuto in tutte le cucine della regione, dalla cuoca più anziana alla più giovane.
Da noi è il piatto principe dell'estate: non se ne può fare a meno! La chiamiamo Pasta Salsa&Melanzane, ed è un tormentone di ogni bella stagione: la mangiamo spessissimo, e se ne discute sempre: melanzane sì, melanzane no, fettine o dadini, etc.
La ricetta originale prevede le melanzane fritte a fette, ma io per praticità le friggo a dadini (si fa più in fretta). Qualcuno suggerisce anche di friggerle a filetti, che con gli spaghetti si arrotolano meglio nella forchetta.
Il nome della  italianissima (anche nei colori) Pasta alla Norma, ha un'origine legata ad un ristretto gruppo di persone, che ha poi fatto scalpore diventando famoso. Alcuni sostengono per questo che sarebbe più corretto dire "Pasta con la Norma", o "Pasta con Norma", ma io trovo spoetizzante adattarlo in questo modo, e trovo più fedele interpretare il suo nome pensando che questa è una pasta alla Norma, ovvero, a regola d'arte.
Ad ogni modo, potranno pure provarci, i puristi: i siciliani continueranno a chiamarla pasta alla Norma!
ingredienti
Per 4 persone:
  • pomodori rossi tondi, 500g 
  • cipolla bianca, 1 media
  • olio e.v. d'oliva, q.b.
  • sale
  • basilico fresco, qualche foglia
  • alloro, qualche foglia 

  • pasta (spaghetti, o maccheroni), 400g
  • ricotta salata, 100g
  • melanzana viola, 1 grande 
  • olio per friggere 

pasta alla norma
preparazione
Preparate il sugo di pomodoro.
In una pentola mettete a bollire i pomodori lavati interi per pochi minuti.
Scolateli, raffreddateli e spellateli.
Passateli quindi al passaverdura.
Mettete il succo in una pentola insieme alla cipolla tritata a velo, un pizzico di sale, una foglia di alloro, e fate cuocere finché non si addensa. Prima del termine della cottura unite del basilico intero.
Friggete le melanzane.
Io uso la melanzana viola che non ha bisogno di essere spurgata in acqua e sale perché non è amara.
Ponete l'olio a scaldare in un tegame stretto e lungo, in modo che possa contenere una discreta quantità di melanzana.
Tagliatela, lavatela, asciugatela e friggetela solo quando l'olio sarà bollente. Non eccedete nella quantità per non raffreddare la temperatura dell'olio, che dev'essere mantenuta alta (per un fritto croccante e asciutto). Sgocciolate su carta assorbente.
Cuocete la pasta.
Conditela, una volta al dente, con il sugo di pomodoro, e un'abbondante spolverata di ricotta salata. Non eccedete quindi nel salare l'acqua di cottura.
Unite le melanzane sulla superficie del piatto, e decorate con foglie di basilico.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Pasta ca’nciovi

    Pasta ca’nciovi

    A bella paista chi saiddi a mari, Palermo e storia, povertà in tasca e ricchezza in cuore! È questo un piatto tipico e tipicamente presentato sulle tavole dei... Leggere il seguito

    Da  Pecorelladimarzapane
    CUCINA, RICETTE
  • La norma, poco "a norma".

    norma, poco norma".

    Vi avevo anticipato che, prima dei cestini di pasta fillo, ero alle prese con la norma. In realtà volevo riprodurre un piatto assaggiato da Filippo La Mantia,... Leggere il seguito

    Da  Sorelleinpentola
    CUCINA, RICETTE
  • Pasta frolla

    Pasta frolla

    Ingredienti: 250g di burro freddo 500g di farina 4 tuorli 1 bustina di vanillina 200g di zucchero a velo. Preparazione: Mettete nel robot la farina setacciata... Leggere il seguito

    Da  Setteveli
    CUCINA, RICETTE
  • Di sicuro... non è a "Norma"!!!

    sicuro... "Norma"!!!

    CASERECCE ALLA NORMA (dosi valide per 2 persone)Ingredienti:3 melanzane; 140 gr. di casarecce; salsa di pomodoro; olio di semi; ricotta salata; basilico... Leggere il seguito

    Da  Debora
    CUCINA, RICETTE
  • Pennette alla norma rivisitate

    Pennette alla norma rivisitate

    Ho sempre sentito parlare della famosa pasta alla Norma ma sinceramente ancora non mi ero cimentata nell'impresa .Ho imparato a apprezzare la pasta con le... Leggere il seguito

    Da  Fariapa
    CUCINA, RICETTE
  • Penne rigate alla norma

    Penne rigate alla norma

    Questo piatto lo mangiai per la prima volta in gita alle Isole Eolie, ero un ragazzino, ma lo ricordo sempre con molto affetto. La mia mamma e la mia zia... Leggere il seguito

    Da  Mriitan
    CUCINA, CUCINA ITALIANA, RICETTE
  • Cremosa pasta e piselli

    Cremosa pasta piselli

    Carissimi Lettori.. oggi vi propongo un piatto tradizionale : La pasta e piselli . Io sono ghiotta di legumi e tempo fa la Melandri Gaudenzio mi ha invito dei... Leggere il seguito

    Da  Pasticcina85
    CUCINA, RICETTE