Magazine Attualità

Pedopornografia, maxi blitz internazionale. Cinquanta indagati in Italia, Europa e Stati Uniti

Creato il 12 luglio 2014 da Nicola933
di Consiglia Grande Pedopornografia, maxi blitz internazionale. Cinquanta indagati in Italia, Europa e Stati Uniti - 12 luglio 2014

PedopornografiaDi Consiglia Grande. Individuati una cinquantina di pedofili tra l’Italia e altri undici paesi attraverso una vasta operazione, conclusa dal Compartimento Polizia Postale e Comunicazioni di Venezia. Lo svolgimento dell’operazione si è protratto per mesi, sotto la direzione del Centro Nazionale per il contrasto  alla pedopornografia online presso il servizio postale e comunicazioni di Roma.

L’origine è da ravvisare da alcuni accertamenti su un pedofilo veneziano che, spacciandosi per una bambina, cercava di agganciare contatti tramite social network. Sul pc dell’uomo sono stati trovati decine di contatti con i minorenni, tutti riconducibili a nickname in decine di caselle di posta elettronica. Costui ha inoltre confermato di aver contattato numerosi nickname, che in realtà celavano la reale identità di altri pedofili come lui.

A seguito di ciò, l’indagine instauratasi, diretta dal Pm lagunare Massimo Michelozzi, ha portato a 23 interventi della polizia in Usa, Gran Bretagna, Germania, Francia, Belgio, Polonia, Messico, Argentina, Russia, Spagna e Repubblica Ceca, e a 26 perquisizioni  in Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia e Toscana.

I computer sequestrati  contenevano migliaia di foto e video con protagonisti bambini, costretti ad atti sessuali talvolta. L’ipotesi degli inquirenti è di un vero e proprio scambio di materiale pedopornografico, attraverso siti delicati, alimentando così la rete a dismisura di siffatti elementi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :