Magazine Cultura

Per i sessant'anni di De Gregori

Creato il 07 aprile 2011 da Pim

De Gregori Accadde nel 1991. Era la festa di San Giovanni e passeggiavo sotto i portici di Via Roma. Francesco De Gregori mi passò accanto, qualche ora prima del concerto che avrebbe tenuto in Piazza San Carlo. Avrei potuto fermarlo, chiedergli l’autografo, ma non osai. Non soltanto per ritrosia. Avvertivo una sorta di mistero nei tratti della sua personalità umana e artistica che, nonostante l’ammirazione fin dai tempi di Rimmel, me lo rendeva distante.

In questi giorni De Gregori compie sessant’anni, ma in effetti ha sempre mostrato qualcosa in più della propria età: per il carisma calibrato, per via della barba, per la non facile accessibilità dei testi. Oggetto di culto e di dure contestazioni, ha attraversato quattro decadi conservando intatta la propria identità. Passando tra grandi successi popolari e fasi di ripensamento silenzioso, ha caratterizzato con la sua presenza la stagione irripetibile dei cantautori, nata e cresciuta nei ‘70. E, pur nel calo fisiologico dell’ispirazione, conserva la dote di saper catturare la realtà, trasformando il materiale della vita in canzoni.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


Pim 5696 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Magazine