Magazine Opinioni

Per quanto un albero possa diventare alto, le sue foglie, cadendo, ritorneranno sempre alle radici.

Creato il 06 novembre 2012 da Angela

No non è farina del mio sacco: è un proverbio cinese. Uno di quelli che si trovano su internet se si scrive “aforismi sul ritorno” nella stringa di ricerca di Google.

Eccomi qua, otto mesi dopo, a scrivere di nuovo dalla mia cameretta. Esperienza in Germania finita? Ma no, un breve ritorno a casa. Com’è strano sì, rivedere il mio paese dopo tutto questo tempo, rincontrare le solite persone al solito mercato del sabato mattina. Essere fermata da chi vedendomi domanda: “Ma sei tornata?” e pensare a come direbbe la tua amica Chiara “Mi sembra evidente, sono qui” ma in realtà sorridere e rispondere “Sì, per qualche giorno”.

Sono riuscita anche a sbrigare qualche commissione per me, in realtà il motivo del mio ritorno organizzato in fretta e furia era più che altro famigliare. Ma non voglio scrivere di questo, non è nè il luogo nè l’ora. Sarete stanchi dopo una giornata di lavoro, io invece oggi ho fatto ben poco.

È così strano essere qui, a casa, mentre tutti lavorano o sono presi tra i loro impegni. Questa dimensione sembra non appartenermi più molto, è brutto da dire?! Forse sì, lo so.

Allora controllo le mail dal computer del lavoro, mi connetto in chat, scrivo con i colleghi che anche loro sono presi con le loro attività. Quando torno a Karlsruhe mi aspettano due viaggi: dal 14 al 17 a Berlino e il 19 e il 20 a Montabaur. Un training da tenere e uno a cui partecipare.

Però questa pausa ci voleva, è bello essere a casa, sbaciucchiare la mamma, coccolare il papà e rivedere la sorella, oppure chiamare un’amica per chiederle “Ti va se ti accompagno a fare le tue commissioni?”. Insomma essere di nuovo presente anche fisicamente nelle vite di coloro che per me sono importanti. È diverso ma non vuol dire sia peggio. Sono cambiate tante cose in questi mesi, sono cambiata io.

Vorrei ringraziare chi in questi mesi non ha mai smesso di farsi sentire, chi a modo suo c’è stato e c’è nella mia vita. Chi è appena arrivato e chi forse se ne andrà. Un po’ malinconico come pensiero lo so, ma mi sento di farlo: è giusto così.

Devo tornare più spesso a casa: ora che ho rivisto quel gigante di mio nipote non posso piú farne a meno. Mi è mancato, è strano come un esserino così piccolo di neanche due anni possa riempire il cuore delle persone che hanno la fortuna di accompagnarlo nella crescita. Non mi ha riconosciuta subito ma nei due giorni che siamo stati insieme abbiamo instaurato un rapporto. Bello quando mi tendeva il suo braccio per darmi la manina, tenero quando voleva che mettessi la sua canzone preferita (Vieni a ballare in Puglia), l’avremo sentita venti volte, lui però non ne era stanco, dolce quando per dire “Angy” diceva “Andy”.

Un grazie infine anche a voi che ormai da un anno e mezzo mi leggete, cliccate e commentate.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cambiare per vincere.

    di Beniamino Franceschini da IL CAFFE’ GEOPOLITICO, 08 giugno 2012 Rubrica Caffè Europeo – In Francia, come Hollande, dopo Sarkozy, è incaricato di esaudire le... Leggere il seguito

    Da  Basil7
    ATTUALITÀ, OPINIONI, SOCIETÀ
  • Se il papa prega per Formigoni, per noi chi prega?

    papa prega Formigoni, prega?

    Dinanzi ad una platea plaudente, al meeting di CL di Rimini, il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, mentre tentava di difendersi dalle accuse che gli... Leggere il seguito

    Da  Societa' Critica
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Due novità per il digitale

    novità digitale

    Due eventi in anteprima questa settimana nella Rete che seguo. Sono entrambi due realtà riguardanti la realtà digitale, quindi parliamo di ebook. Ma per essere... Leggere il seguito

    Da  Bangorn
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, RACCONTI, SOCIETÀ, TALENTI
  • per amore

    amore

    Il soldato inglese, nella fotografia, si chiamava Horace Greasley ed è sopravvissuto al campo di concentramento, dove lo vediamo, per morire il 4 febbraio del... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • La lotta per Barcellona

    lotta Barcellona

    Secondo Chris Ealham, autore del libro "La lucha por Barcelona", la tradizione anarchica in quella città data dagli anni '60 del 1800, e si basava sui "gruppi d... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • La presa per i fondelli

    presa fondelli

    Dalla presa della Bastiglia alla presa per i fondelli.Guardate la foto di gruppo con inquisiti e condannati di fronte al palazzo di Giustizia a Milano: erano... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    MEDIA E COMUNICAZIONE, OPINIONI, SOCIETÀ
  • La situazione per governare

    L'incarico del nuovo Governo è stata dato a Bersani. Era ovviamente l'opzione più plausibile, scaturita dalle recenti elezioni, accanto a quella di tornare... Leggere il seguito

    Da  Dansavini
    ATTUALITÀ, OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines