Magazine

Perchè curare un blog su LinkedIn?

Creato il 15 ottobre 2014 da Ireneferri

Di social ce ne sono tanti e alcuni sono più divertenti di altri. Puoi pubblicare foto, condividere video, creare testi. Perchè curare un blog su Linkedin? 

Ti faccio questa domanda, perchè so che molti vivono LinkedIn come un social un po’ “inamidato”, dove si parla solo di “lavoro”. Ti faccio ricredere: Linkedin ti dà possibilità di essere creativo. In modo tutto diverso: qui non funziona pubblicare foto di gattini o video di scherzi goliardici nella notte di capodanno. Su Linkedin sei in gioco tu con la tua professionalità. Quale occasione migliore per mostrare il proprio valore?

LinkedIn non è solo un curriculum on line da compilare. Tanti selezionatori consultano il tuo profilo su questo social e molte aziende operano una prima selezione da questo database.

Come sfruttare il mezzo? Crea un resume organizzato ed efficace inserendo i tuoi progetti, i tuoi riconoscimenti e le “raccomandazioni” di chi ha collaborato con te. Puoi anche salvare tutto in pdf e avere pronto un vero e proprio curriculum da utilizzare quando l’europeo ti va stretto, ma non vuoi esagerare con la creatività.

Non solo puoi ricercare le aziende con cui ti interessa collaborare; puoi anche crearti una lista automatica di segnalazione delle job positions che ti interessa ricoprire. In tutto il mondo. Per questa possibilità, LinkedIn merita di essere curato come si deve. Ma c’è altro.

 

Il blog su Linkedin lavora per te

Prova a pensarci. Ti crei un profilo lavorativo, stabilisci connessioni allovertheworld (cura il profilo in più lingue: anche questa è una possibilità che il social del lavoro ti dà), esplori le posizioni aperte delle aziende che ti piacciono. E poi, crei un blog. Perchè?

I motivi sono tanti:

  • su Linkedin hai la visibilità data dal social stesso (e raggiungi più utenti rispetto al solo traffico organico del tuo sito)
  • puoi lavorare sulla tua brand reputation e scrivere post in linea con gli argomenti del tuo blog personale
  • puoi ricevere commenti da persone affini a te o assolutamente diverse – il che arricchisce il tuo piano editoriale di nuovi contenuti e nuove idee
  • ti posizioni in una nicchia precisa e (se sei costante) lavori su un’immagine di esperienza e professionalità
  • se non hai ancora avuto rilevanti esperienze di lavoro, puoi dare prova dei tuoi skills.

Insomma, vale la pena di studiare una linea editoriale e di spendere qualche ora alla settimana per curare la tua immagine e trasmetterla al mondo del lavoro.

Tweet: LinkedIn è un social che ti permette di avere visibilità nel tuo settore e lavorare sulla...Click To TweetPowered By CoSchedule

 

Come funziona?

Linkedin ti mette a disposizione un editor di testo molto simile a Word (e a WordPress).

 

blog Linkedin editor

  • La prima barra comprende tutti gli strumenti principali per la formattazione del testo: grassetto, corsivo, sottolineato, barrato, elenchi puntati, collegamento ipertestuale, codice di embedding. Da qui inserisci le immagini che intendi integrare nel post, semplicemente selezionandole dal tuo pc.
  • Scrivi un titolo nello spazio “Title” (con il tag H1).
  • Il resto è corpo del testo (body). Puoi creare sottocategorie fino al tag H4. Quindi hai un bel po’ di opzioni per strutturare bene il tuo post.

L’editor messo a disposizione è molto semplice ed intuitivo. Fai qualche esperimento e ti accorgerai che le tue parole scorrono lisce come la pasta per la pizza.

Così facile? Certo. Hai l’opportunità di stare sul palco di un social dove sono presenti i CEO e gli AD delle aziende che ti interessano. Indossa la tua camicia migliore e il tuo più bel sorriso e sfodera l’attacco.

 

 Il blog è uno degli strumenti fondamentali del web

Io personalmente curo molto i miei blog e spendo molto tempo a programmare, studiare, aggiornarmi. Sai perchè? Perchè nei blog ho la libertà di esprimere me stessa con gli strumenti nativi dello spazio web e di veicolare i messaggi positivi del mio brand ad una vasta audience.

Ricordati che sono apprezzate la sincerità, la naturalezza e la professionalità: essere vero è un plus che paga, soprattutto sui social.

Cosa ne pensi? Valuterai l’opzione del blog di LinkedIn? Lasciami le tue idee nei commenti.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog