Magazine Arte

Perché n°1: Perché scrivo poesie

Creato il 11 maggio 2013 da Nerifondi @NeriFondi

Buongiorno e bentornati.

Perché n°1: Perché scrivo poesie
Questo è il primo articolo della breve serie che voglio lanciare oggi. La serie, come leggerete dal titolo, è la Serie dei Perché.
Per le prossime quattro settimane a partire da oggi, ogni sabato ci sarà un articolo sui perché letterari, e in ordine saranno i seguenti:

  1. Perché scrivo Poesie
  2. Perché scrivo Romanzi
  3. Perché scrivo Racconti
  4. Perché scrivo (e basta)

Come sicuramente avrete notato, i quattro articoli sono imperniati sulla mia figura di scrittore. Voglio spiegare quali sono le motivazioni che mi spingono a scrivere e a farlo in diverse forme.
Ma bando alle ciance, passiamo subito all’articolo di oggi:

Perché scrivo Poesie

Perché n°1: Perché scrivo poesie

Image by Graphophile

Trovo che la poesia sia quasi il rigetto della mia anima. Quando scrivo dei versi (e non accade ormai da troppo tempo), lo faccio per tirar fuori tutte le emozioni che mi covano dentro.
Tuttavia devo riconoscere che questo tipo di sfogo è valido, nel mio caso, solo per un tipo di poesia, ovvero quella che viene comunemente definita a schema libero. Ma io non scrivo soltanto poesie di questo genere, quindi trovo che sia necessario dividere la mia attività (forse ex attività) poetica in due parti:

  • Poesia a schema libero: È quel tipo di poesia che mi permette di esprimere ciò che sono senza alcun tipo di “costrizione”. È l’istante, la singolarità di un’emozione che esce dal mio corpo per finire sulla carta. Questo tipo di poesia è liberazione.
  • Poesia con schema: Si tratta di tutte quelle poesie che hanno uno schema ben preciso, come per esempio un sonetto o un madrigale. Quando mi trovo a scrivere poesie di questo tipo lo faccio sì per esprimere ciò che ho dentro, ma anche per cercare di trovare la forma più bella possibile per esprimerlo, affidandomi alla tecnica e alla bellezza che i grandi hanno già sperimentato.
Perché n°1: Perché scrivo poesie

Image by Pamala Wilson

Ebbene, questo era quello che volevo dirvi.
Non saranno molte righe, lo riconosco, ma ho cercato di sintetizzare quello che significa per me scrivere poesia. Ho cercato di spiegare in breve quali sono le motivazioni che mi spingono a scrivere e spero di essere stato chiaro. Ma adesso come al solito giungiamo alle domande per voi:

Avete mai scritto poesie?
Se sì, perché le scrivete?
Se no, cosa vi piace nelle poesie degli altri?

Aspetto i vostri commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Punto Interrogativo, perché questa forma ?

    Punto Interrogativo, perché questa forma

    l’antica storia di uno dei simboli più usatiIn epoca antica, allorquando la scrittura più diffusa era quella latina, la parola Quaestio riportata al termine di... Leggere il seguito

    Da  Firmatorm
    CULTURA, LIBRI
  • Perché sfugge sempre qualcosa

    Perché noi crediamo di leggere. In realtà non lo facciamo più da quando… abbiamo smesso di frequentare la prima elementare. I bambini che devono imparare a... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, TALENTI
  • Perché la Sicilia?

    Perché Sicilia?

    Siamo lieti di ospitare in questo blog un articolo sulla Sicilia della giovane scrittrice ungherese Szabina Ughy, autrice del volume di poesie Külső... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CULTURA, ITALIA, SUD ITALIA & ISOLE, VIAGGI
  • Scrivo perché sono viva…

    Scrivo perché sono viva…

    Scrivo perché sono vivae perché le parole sono comele casefatte digrosse pietre pesantiche costruiscono muri invalicabilia protezione di persone che sono gli... Leggere il seguito

    Da  Dallomoantonella
    CULTURA, FOTOGRAFIA
  • Arrestato “perché ha fame”

    Arrestato “perché fame”

    Il magazziniere di un hotel arrestato “perché ha fame”. Cosa stanno facendo i poteri forti per cercare di ovviare alla crisi economica? Arrestato per aver rubat... Leggere il seguito

    Da  Ilkomboloi
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Io uccido perché sono Dio

    uccido perché sono

    Prima cabarettista, poi showman e infine cantautore. Da dieci anni, Giorgio Faletti pubblica bestseller tradotti in tutto il mondo. Da Fralerighe Crime n. 4... Leggere il seguito

    Da  Rivista Fralerighe
    CULTURA
  • Scrittura: per chi e perché

    Sul gruppo Facebook "Labor Limae" è nata una discussione partendo da questa citazione:Domanda: "Per chi scrivi, in primis?"Alastair Reynolds: "Indubbiamente... Leggere il seguito

    Da  Luciferkitty
    CULTURA, FANTASCIENZA, LIBRI

A proposito dell'autore


Nerifondi 2535 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Dossier Paperblog

Magazines