Magazine Società

Pink power

Creato il 22 dicembre 2013 da Danemblog @danemblog
Mancano pochi giorni all'inizio ufficiale dell'incarico di Janet Yellen alla Federal Reserve - e quel giorno si dovrà cambiare semantica per definire "l'uomo più importante del mondo", come spesso viene indicato chi controlla il denaro degli Stati Uniti.
Pink power Ma oltre ai cambi di forma - lessicale, di definizione - si sta assistendo ad un'inversione più sostanziale. E magari è semplice inseguimento di una moda, di una tendenza - o di un consenso -, oppure finalmente, piano piano, alcuni meccanismi di prassi, di consuetudine, perfino ideologici, si stanno erodendo.
Perché a Jellen, si uniscono Elvira Nabiullina a Bank Rossii e Karnit Flug a Bank of Israel - anche lei neo eletta. E già trovano Christine Lagarde al Fondo monetario internazionale. Adesso poi, approda nel board della Banca centrale europea (Bce) la tedesca Sabine Lautenschlängerche - attualmente vicepresidente della Banca centrale tedesca (Buba). A cui si aggiunge l'arrivo nel sensibile ruolo di direzione dell'Istituto di regolazione europeo della banche (sempre ambito Bce) della francese Danielle Nony.
Di Mary Barra a General Motors - regno dei pistoni, dove le donne erano viste più come accessorio, tipo gli interni in alcantara - e di Marissa Mayer a Yahoo, se n'era già parlato, mentre pochi giorni fa è stata diffusa la decisione di Angela Merkel, di affidare il ruolo di ministro della Difesa a Ursula von der Leyen - ex ministro del lavoro e degli affari sociali -, incarico delicato e di potere (e di grosso peso storico), affidato per la prima volta nella storia tedesca ad una donna. Von der Leyen è da tutti ritenuta il naturale successore della Cancelliera. La Merkel, appunto: che del "pink power" ne è la portabandiera.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine